Grandi giornate di canottaggio e di sport per tutti

È in programma il 26 e il 27 ottobre a Torino l’ottava edizione di una bella manifestazione, tradizionalmente promossa dalla Società Canottieri Armida e denominata quest’anno “Trofeo Rowing for Rio – Paralympic Games 2016”, che vedrà impegnate al remo e a celebrare i valori dello “sport per tutti” le più forte squadre italiane di pararowing, il canottaggio per atleti con disabilità

Lucilla Aglioti, Paola Protopapa, OmarAirolo, Tommaso Schettino, Giuseppe "Peppiniello" Di Capua

A Torino saranno presenti anche Lucilla Aglioti, Paola Protopapa, Omar Airolo, Tommaso Schettino e Giuseppe “Peppiniello” Di Capua, qui fotografati subito dopo avere vinto la medaglia d’argento ai Mondiali di pararowing, nell’agosto scorso in Corea del Sud

È ormai dal 2004 che le più forti squadre italiane del pararowing, il canottaggio per atleti con disabilità, si ritrovano a Torino per celebrare i valori dello “sport per tutti”, nell’ambito di una bella manifestazione tradizionalmente promossa dalla Società Canottieri Armida.
L’ottava edizione, denominata quest’anno Trofeo Rowing for Rio – Paralympic Games 2016, è in programma per sabato 26 e domenica 27 ottobre, e anche questa volta ospiterà più di cento rematori provenienti dall’Italia e da altri Paesi d’Europa.
Durante la prima giornata si sfideranno le squadre del Movimento Special Olympics, mentre la domenica verranno coinvolti gli atleti professionisti. Tra gli altri, saranno presenti anche i vincitori della medaglia d’argento ai Campionati Mondiali di pararowing (specialità Quattro con, Legs Trunk Arms misto – 4xLTAMix), svoltisi nell’agosto scorso a Chungju in Corea del Sud, vale a dire Lucilla Aglioti, Paola Protopapa, Omar Airolo, Tommaso Schettino e il timoniere Giuseppe “Peppiniello” Di Capua.
Una serie di momenti promozionali per i principianti e per il pubblico interessato faranno poi da intervallo tra le gare in barca e al termine della manifestazione si disputerà il match Politecnico‐Università, dove i migliori atleti delle società torinesi, nonché studenti universitari, vestiranno le divise dei propri Atenei, contendendosi per la diciassettesima volta questo particolare titolo.

All’evento saranno presenti anche Stefano Gallo, assessore allo Sport del Comune di Torino, Giuseppe Abbagnale, presidente della FIC (Federazione Italiana Canottaggio), Dario Naccari, tecnico federale del settore paralimpico, Stefano Mossino, presidente del Comitato Piemontese della FIC , Silvia Bruno, presidente del CIP Piemonte (Comitato Italiano Paralimpico) e Gianluca Migliore, consulente INAIL della FIC.
Madrina della manifestazione sarà Linda Esposito, moglie di Giuseppe Abbagnale, a testimoniare una volta ancora l’importante ruolo delle donne nel canottaggio e a sostenere i giovani atleti.
Patrocinato dalla Regione Piemonte, dalla Provincia e dalla Città di Torino, il Trofeo Rowing for Rio – Paralympic Games 2016 si avvarrà del sostegno della Compagnia di San Paolo e del Rotary International Sezione Torino Castello‐2030, oltre che del supporto della Croce Rossa Italiana e della Pattuglia Fluviale dei Vigili Urbani, mentre l’arbitraggio sarà curato dalla Commissione Direttiva Arbitrale della FIC. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: adaptive@canottieriarmida.it.

Stampa questo articolo