Ovunque successo e attenzione per “Insieme nello sport”

Infatti, da Milano a Bologna, da Lecce a Catania, il tour promozionale “Insieme nello sport”, voluto dall’atleta paralimpica Giusy Versace, con la sua Associazione Disabili No Limits, per avvicinare alla pratica sportiva i giovani con disabilità, all’insegna delle più avanzate tecnologie, ha sempre riscosso grande successo e attenzione. La tappa conclusiva è in programma a Roma per il 26 ottobre

Giusy Versace

Giusy Versace, vera”anima” del tour promozionale “Insieme nello sport”

Dopo il successo delle tappe di Milano, Bologna, Lecce e Catania di cui abbiamo di volta in volta riferito – sta per concludersi a Roma il tour promozionale Insieme nello sport, voluto dalla nota atleta con disabilità Giusy Versace, insieme alla sua Associazione Disabili No Limits, per avvicinare alla pratica sportiva i giovani con disabilità, consentendo al tempo stesso la sperimentazione della più avanzata tecnologia sportiva.
Sabato 26 ottobre, infatti, Viale delle Magnolie a Villa Borghese si trasformerà in una vera e propria “cittadella dello sport disabile” (ore 10-16), rendendo possibile correre al fianco di Versace, giocare a basket in carrozzina, provare il calcio balilla, il tennis tavolo e il baseball, tirare di scherma in carrozzina oppure pedalare con le mani sull’handbike, oltre a conoscere discipline come la vela, il nuoto, il sollevamento pesi, il calcio amputati e il sitting volley.

Accanto a Versace, che come sempre correrà con le sue protesi da gara, la tappa capitolina sarà arricchita dalla presenza dell’ex capitana della nazionale di nuoto Cristina Chiuso, dei campioni di tuffi Nicola e Tommaso Marconi e della medagliata paralimpica nell’atletica a Londra 2012 Oxana Corso.
Ricco anche il programma della scherma, con Alessio Sarri pronto a sfidare tutti gli appassionati, insieme al tecnico Nicola Falcioni e ancora una volta all’iridato della spada Paolo Pizzo, già testimonial della tappa di Catania, che ha voluto essere a fianco di Versace anche in questa occasione.
E ancora, per il basket in carrozzina ci sarà il capitano della Nazionale Matteo Cavagnini, che con gli atleti del Santa Lucia Roma, sfiderà tutti gli appassionati assieme ad alcuni ragazzi del CSI (Centro Sportivo Italiano), presenti come ad ogni tappa all’evento.
Con i fratelli Marconi, infine, parteciperanno alcuni bambini affetti da disturbi dello spettro autistico, seguiti dalla loro associazione sportiva (ASD MR Sport) e ci sarà anche una rappresentanza dell’AIDDA (Associazione Italiana Difesa dei Diritti degli Amputati).

«L’idea di questo tour promozionale – ricorda ancora una volta Giusy Versace – è nata dal mio forte desiderio di incentivare i giovani con disabilità a fare sport, facendo conoscere loro e provare protesi e ausili sportivi, grazie alla collaborazione con Sky, televisione molto attenta al sociale e con Össur, azienda islandese che è un marchio leader mondiale nel campo della tecnologia protesica. Abbiamo quindi girato l’Italia per far conoscere la tecnologia che si è sviluppata negli ultimi anni, con l’aiuto di tecnici qualificati e delle officine ortopediche locali. In ogni piazza abbiamo allestito una sorta di “villaggio paralimpico”, per far provare le diverse discipline e far conoscere al pubblico lo sport con disabilità. Sono particolarmente felice del successo riscosso finora e dell’interesse manifestato sia dai giovani con disabilità che dalle società sportive. Speriamo dunque di chiudere aRoma davvero in bellezza!».

Organizzata, come detto, dall’Associazione Disabili No Limits, in collaborazione con il CSI (Centro Sportivo Italiano), la FIPIC (Federazione Italiana Pallacanestro in Carrozzina), la FIV (Federazione Italiana Vela), la FIS (Federazione Italiana Scherma), la FISPES (Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali), la FPICB (Federazione Italiana Calcio Balilla), la Nazionale Italiana di Calcio Amputati, la Santa Lucia Sport Roma e la Polisportiva KK EUR Volley, la tappa di Roma del tour sarà patrocinata dalla Regione Lazio, dalla Provincia di Roma, da Roma Capitale (Assessorato allo Sport del Comune di Roma), dal CONI e dal CIP (Comitato Italiano Paralimpico) (M.M.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Manuela Merlo (manuela.merlo@gmicomunicazione.it).

Stampa questo articolo