- Superando.it - http://www.superando.it -

Deve finalmente partire la Consulta Regionale in Sardegna

Palazzo della Regione Sardegna

Il palazzo della Regione Sardegna

«È irrinunciabile – aveva scritto qualche giorno fa su queste stesse pagine Alfio Desogus, presidente della FISH Sardegna (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) – rivolgersi ancora una volta alle Istituzioni democratiche sarde, perché venga convocata e si svolga la Conferenza delle organizzazioni operanti nel settore delle disabilità, finalizzata alla costituzione della specifica Consulta Regionale. Approvata infatti da cinque anni, la legge istitutiva di quest’ultima [Legge Regionale 7/08, N.d.R.], giace nei cassetti in attesa della sua attuazione. Resistenze, ostacoli latenti o strumentali hanno finora impedito la nascita della Consulta e tuttavia essa rimane l’opzione strategica necessaria a dare concretezza all’affermazione Nulla su di Noi senza di Noi».
«Vogliamo la Consulta – aveva concluso Desogus – per creare un momento e un luogo positivo che ci permetta di esaminare le cause e le difficoltà che impediscono alla stessa Istituzione regionale la piena attuazione della legge sul diritto al lavoro dei disabili e quali risorse possano essere messe a disposizione per la formazione e per i tirocini formativi».

Ebbene, proprio negli stessi giorni, un’Interpellanza Urgente, rivolta alla Presidenza e alla Giunta Regionale Sarda, è stata sottoscritta dai consiglieri Marco Espa e Tarcisio Agus, chiedendo «la convocazione urgente della Conferenza per la costituzione della Consulta Regionale delle persone con disabilità, al fine di garantire la piena partecipazione e la consultazione permanente delle Istituzioni e delle organizzazioni interessate, per poter offrire il proprio indispensabile contributo alle decisioni che le riguardano».
Nel documento si fa anche riferimento alla Legge Regionale 12/11 (art. 25), con la quale era stata modificata la composizione della Consulta, «estendendo la rappresentanza ad altre organizzazioni rappresentative» e «garantendo maggiore pluralità e democraticità», sottolineando però che «nonostante quei cambiamenti legislativi promossi e approvati bipartisan, ormai due anni fa, a tutt’oggi la Conferenza non è ancora mai stata convocata e di conseguenza non è stata ancora istituita nessuna Consulta Regionale delle persone con disabilità in Sardegna». (S.B.)