Presentato, in Lombardia, un Progetto di Legge sull’autismo

Si tratta di un Progetto di Legge Regionale, frutto del lavoro svolto in particolare dall’ANGSA regionale (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici), che dovrà ora essere discusso e approvato dal Consiglio Regionale. Il testo definisce le linee di indirizzo per gli interventi di presa in carico, prevede un Piano di Azione Regionale e intende creare una rete per l’integrazione dei servizi

Bimbo dietro a un vetroDopo avere espresso soddisfazione nell’estate scorsa, per quella Delibera della Giunta Regionale, che aveva costituito un indubbio passo avanti, nella presa in carico di persone con disturbi dello spettro autistico, l’ANGSA Lombardia (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici) ha continuato a lavorare a fondo per elaborare uno specifico Progetto di Legge, tramite il quale definire le linee di indirizzo per gli interventi di presa in carico, prevedere la predisposizione di un Piano di Azione Regionale e creare una rete per l’integrazione dei servizi, il tutto con una destinazione finanziaria non inferiore ai 5 milioni di euro.

Ebbene, nei giorni scorsi il Progetto di Legge (denominato Linee d’indirizzo per la promozione e il miglioramento della qualità e dell’appropriatezza degli interventi sanitari, socio-sanitari e sociali a favore delle persone minori, adolescenti e adulte affette dai disturbi dello spettro autistico e interventi di sostegno alle loro famiglie), che dovrà ora essere discusso e approvato dal Consiglio Regionale, è stato presentato durante una conferenza stampa voluta dal Gruppo Consiliare della III Commissione (Sanità e Politiche Sociali).
Ora, dunque, il lavoro dell’ANGSA Lombardia dovrà essere per lo più centrato sulla pressione e la sollecitazione, nei confronti dei componenti il Consiglio Regionale, per far sì che quell’importante norma venga al più presto approvata. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: segreteria@angsalombardia.it.

Stampa questo articolo