In Calabria, dove la Convenzione è un dono poco apprezzato

Si chiamerà infatti proprio “La Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità. Un dono poco apprezzato dalla Regione Calabria”, l’evento in programma il 13 dicembre a Lamezia Terme (Catanzaro), che concluderà il ciclo di iniziative promosse dalla FISH Calabria (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), a partire dalla Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità del 3 dicembre scorso

Nunzia Coppedè, corso di formazione

Nunzia Coppedè, presidente della FISH Calabrai, conduce un corso di formazione

Erano già stati annunciati con qualche settimana di anticipo, i numerosi eventi promossi a Lamezia Terme (Catanzaro) dalla FISH Calabria (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, all’interno di una lettera-invito al presidente della Regione Giuseppe Scopelliti, ove la presidente della Federazione Nunzia Coppedè aveva scritto tra l’altro: «Siamo consapevoli della crisi economica e siamo anche coscienti di vivere nella Regione più povera d’Italia e tra le più povere in Europa, ma non intendiamo rinunciare alla nostra vita!».
Quegli eventi hanno ora preso il via e stanno per concludersi, venerdì 13 dicembre, nell’àmbito di una rassegna dal titolo complessivo Rompiamo le barriere e apriamo le porte all’inclusione sociale, con cui la componente calabrese della FISH ha voluto aderire anche all’ampio panorama di iniziative promosse dalla Federazione in numerose città italiane e ruotanti attorno alla mostra fotografica Nulla su di Noi senza di Noi! Le persone con disabilità e le loro famiglie: una partecipazione da protagonisti. Appunti per immagini, di cui abbiamo riferito dettagliatamente in altra parte del nostro giornale.

Sono state molte le Associazioni attive sul territorio che hanno collaborato all’organizzazione con la FISH Calabria e che sin dall’incontro di apertura del 3 dicembre – presso il Parco Peppino Impastato di Lamezia Terme, patrocinato come l’intero ciclo dal Comune di Lamezia Terme – hanno potuto presentare le buone pratiche di cui si sono rese protagoniste e anche i loro desiderata per il futuro, dopo l’inaugurazione della mostra fotografica FISH.
A questa apertura della rassegna erano stati invitati, oltre al presidente della Regione Scopelliti – come abbiamo ricordato inizialmente – anche il sindaco di Lamezia Terme Gianni Speranza, il vescovo Luigi A. Cantafora e il prefetto di Catanzaro Raffaele Cannizzaro. «A loro – sottolinea Nunzia Coppedè – avremmo voluto chiedere una reazione al nostro desiderio d’inclusione e al nostro diritto di essere protagonisti per un mondo migliore, per tutti. La Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità del 3 dicembre, infatti, così come noi la intendiamo, è certamente un’occasione per ricordare le condizioni di vita di milioni di cittadini e delle loro famiglie, ma è anche un momento per ribadire la necessità di un impegno comune, utile a garantir loro fondamentali diritti umani. Ancora troppe persone, infatti, vivono a causa della disabilità situazioni di marginalità e addirittura di segregazione».

Le varie iniziative previste, come detto, fino al 13 dicembre – e presentate durante una conferenza stampa presso la sede della FISH Calabria, cui hanno partecipato anche Angela Regio della Comunità Progetto Sud, Gino Benvenuto dell’Unitalsi, Enzo Failla per l’Accademia Arti Marziali Lamezia, Manila Villella per la Volley Ball Lamezia, Rosanna Durante e Paolina Filippa per l’Associazione Girasole – hanno spaziato, e spazieranno ancora, dallo sport alla convegnistica, dalla proiezione del cortometraggio Il mondo a 50 cm sino alla festa conclusiva e, naturalmente, alla già citata mostra fotografica della FISH Nulla su di Noi senza di Noi! (S.B.)

È disponibile il programma completo degli eventi organizzati a Lamezia Terme fino al 13 dicembre. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: fishcalabria@gmail.com.

Stampa questo articolo