Sicilia: nominare subito il nuovo Garante

Dopo la revoca avvenuta da quasi un anno, in Sicilia, del Garante delle Persone con Disabilità, il Governo Regionale – nonostante sia un preciso obbligo di legge – non ha ancora provveduto a nominarne uno nuovo. Lo ha denunciato il Portavoce del Forum Regionale del Terzo Settore, rivolgendosi direttamente al Presidente della Regione, in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità del 3 dicembre scorso

Rosario Crocetta

Il presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta

«Secondo quanto riportato dalla Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità – ha scritto Giuseppe Di Natale, portavoce del Forum del Terzo Settore Sicilia, rivolgendosi al presidente della Regione Rosario Crocetta e cogliendo l’occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità del 3 dicembre –  il fine da perseguire dovrebbe essere quello di proteggere e di assicurare il godimento di tutti i diritti umani e di tutte le libertà fondamentali da parte delle persone con disabilità, senza discriminazioni di alcun tipo, promuovendo la loro effettiva partecipazione e inclusione all’interno della società. Ed è ciò che vorremmo avvenisse anche in Sicilia».
Infatti, prosegue Di Natale, «la Sicilia aveva istituito lo scorso anno, con la Legge Regionale 47/12, il Garante delle Persone con Disabilità, ma una serie di vicende che nulla avevano a che fare con i diritti di queste ultime, hanno fatto sì che a seguito della revoca del Garante nominato dal Governo precedente, a tutt’oggi il Governo Regionale non abbia nominato quello nuovo».

«Comprendiamo bene – conclude il portavoce del Forum Siciliano – che il suo Governo sia impegnato ad affrontare diverse emergenze e che quindi abbia tralasciato di dare seguito a un preciso obbligo legislativo, ma dal canto nostro, che rappresentiamo le Associazioni di volontariato, di promozione sociale e della cooperazione sociali operanti nell’Isola, riteniamo che tale nomina vada fatta al più presto, nel pieno rispetto di quanto previsto dalle norme vigenti. Sarebbe, questo, un segnale di attenzione notevolmente gradito dalle persone con disabilità, che meritano il rispetto dei propri diritti e della propria dignità, a partire dalle Istituzioni regionali». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: forumterzosettoresicilia@gmail.com.

Stampa questo articolo