Il TIGEM andrà a Pozzuoli, nella sede dell’ex Olivetti

Verrà infatti presentato il 5 dicembre – e l’inaugurazione della nuova struttura è prevista tra alcuni mesi – il progetto che porterà presto il TIGEM, l’Istituto Telethon di Genetica e Medicina di Napoli, ad occupare lo storico complesso dell’ex Olivetti a Pozzuoli, ove potrà disporre di laboratori e spazi più grandi, in grado di ospitare un crescente numero di ricercatori

Pozzuoli, ex Olivetti

La sede che fu dell’Olivetti e che diventerà ora quella del TIGEM, a Pozzuoli, vicino a Napoli

Proprio nella settimana che precede quella dedicata alla nuova edizione di Telethon – la maratona televisiva e radiofonica che sulle reti RAI cercherà di raccogliere quante più donazioni possibili, da destinare alla ricerca scientifica sulle malattie genetiche – un importante passo lo sta per fare anche il TIGEM, l’Istituto Telethon di Genetica e Medicina sorto nel 1994 a Napoli, e che finora ha occupato alcuni vani del CNR.
Presto, infatti, accadrà che la struttura andrà a occupare lo storico complesso dell’ex Olivetti a Pozzuoli, progetto che verrà presentato il 5 dicembre all’Accademia Aeronautica locale, alla presenza di Andrea Ballabio, da sempre direttore scientifico del TIGEM.
Quest’ultimo, va ricordato, è stato a suo tempo fortemente voluto da Susanna Agnelli, per anni presidente di Telethon, alla quale sarà dedicato il nuovo complesso.

La realizzazione della nuova sede – che avrà laboratori e spazi più grandi, in grado di ospitare un crescente numero di ricercatori, per arrivare così a nuove terapie per le malattie genetiche rare – è stata resa possibile grazie a recenti finanziamenti e a importanti investimenti. «Una parte – sottolinea Ballabio – sarà già pronta in occasione della presentazione del progetto il 5 dicembre, ma saranno relativamente brevi anche i tempi di consegna di tutta l’opera. L’inaugurazione, infatti, è prevista per il prossimo mese di marzo».
«Vogliamo far vedere al mondo – aggiunge il direttore scientifico del TIGEM – cosa è stato possibile realizzare con i fondi donati dagli italiani in questi anni e per l’occasione tengo anche a sottolineare l’importante sostegno della città di Pozzuoli e del sindaco di essa Vincenzo Figliolia, che ci stanno accogliendo con grande entusiasmo». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: ufficiostampa@telethon.it.

Stampa questo articolo