Amore fa rima con cuore

Si chiama così il convegno in programma per il 7 dicembre ad Ancona, dedicato alla sessualità e all’affettività nella disabilità intellettiva, iniziativa organizzata dal Centro Papa Giovanni XXIII e dall’Associazione La Carovana del capoluogo marchigiano, in collaborazione con la Cooperativa PuntoDock. Tra gli ospiti, da segnalare la giornalista Valeria Alpi e il musicoterapeuta, pedagogista e formatore Mario Paolini

Due mani intrecciateAmore fa rima con cuore. Sessualità ed affettività nella disabilità intellettiva è il titolo del convegno partecipativo in programma per sabato 7 dicembre ad Ancona (Fondazione Il Samaritano, Via MadreTeresa di Calcutta, 1/a, ore 9.30-16.30), a cura della Cooperativa Sociale Centro Papa Giovanni XXIII e dell’Associazione La Carovana del capoluogo marchigiano, con il sostegno finanziario del CSV Marche (Centro Servizi per il Volontariato).

Obiettivo dell’iniziativa è quello di sensibilizzare e promuovere il diritto alla sessualità e all’affettività delle persone con disabilità intellettiva, tramite un’articolazione dell’incontro che favorisca il confronto tra i vari attori che sono quotidianamente a contatto con tali temi (educatori, operatori, famiglie, accademici).
Grazie poi al lavoro della Cooperativa PuntoDock di Ancona, verrà realizzato un OST (Open Space Technology) – metodologia basata sui gruppi di lavoro -, ciò che permetterà un confronto proattivo da parte di tutti i partecipanti sulle tematiche della giornata.

Tra gli ospiti del convegno, da ricordare innanzitutto Valeria Alpi, firma presente anche sulle pagine di «Superando.it», giornalista, caporedattrice della rivista «HP-Accaparlante» (realizzata dal Centro Documentazione Handicap di Bologna ed edita dal Centro Studi Erickson di Trento), oltreché caporedattrice di “Bandieragialla.it”, sito web di informazione sociale. Alpi ha pubblicato tra l’altro anche monografie sulla maternità delle donne con disabilità fisiche e sensoriali e sulle tematiche riguardanti la sessualità delle persone con disabilità, collaborando inoltre alla realizzazione del film-documentario Sesso, Amore & Disabilità.
E poi Mario Paolini, musicoterapeuta, pedagogista e formatore di insegnanti di sostegno, attualmente docente a contratto all’Università di Bologna e già responsabile per molti anni di un Centro Diurno. Paolini ha pubblicato per Erickson (Chi sei tu per me) e ha collaborato con il fratello, l’attore Marco, al celebre racconto televisivo Ausmerzen. Vite indegne di essere vissute, dedicato allo sterminio delle persone con disabilità durante il nazismo, e all’omonimo libro dato alle stampe da Einaudi, di cui ha curato la parte conclusiva, nel capitolo Luogo per sanare e curare. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: formazione@lacarovana.org, info@puntodock.org.

Stampa questo articolo