L’educazione all’autonomia promossa dall’AIPD

È in corso di svolgimento a Roma la seconda tappa della diciassettesima edizione dei seminari sull’educazione all’autonomia, organizzati a Roma dall’AIPD (Associazione Italiana Persone Down), esperienza di crescente diffusione e successo, a testimonianza di un bisogno crescente, da parte delle persone con sindrome di Down diventate adulte, di raccogliere la sfida di vivere in autonomia

Giovane donna con sindrome di DownSi concluderà il 6 dicembre la seconda tappa della diciassettesima edizione dei seminari sull’educazione all’autonomia, organizzati a Roma dall’AIPD (Associazione Italiana Persone Down), appuntamento che – dopo quello dellottobre scorso, rivolto ai nuovi operatori – riguarda i cosiddetti “operatori senior”, cioè coloro che hanno già maturato un’esperienza sui progetti di autonomia, con focus metodologici sui diversi tipi di utenza che usufruiscono di questo servizio.
Le aree al centro della discussione sul tema dell’autonomia sono esattamente il comportamento corretto da tenere in strada, l’uso del denaro e la capacità di acquistare per sé, entrare e chiedere nel modo giusto nei negozi. Un focus è dedicato anche a una corretta relazione con i genitori e alla formazione permanente attraverso la piattaforma elaborata dall’AIPD.
Ad oggi i seminari di autonomia ideati da quest’ultima Associazione vengono proposti, per il criterio della trasferibilità, anche in altri contesti, garantendo circa cinquanta cicli di formazione all’anno, con circa 800 persone coinvolte. «Oggi – conferma Anna Contardi, coordinatrice nazionale dell’AIPD – i progetti italiani che fanno riferimento al format sull’educazione all’autonomia sono cresciuti, sintomo di un bisogno crescente di persone con la sindrome di Down che negli anni sono diventate adulte, raccogliendo la sfida di vivere in autonomia, dall’inserimento nel lavoro all’inserimento sociale, fino a una vita affettiva e sessuale serena. Quello che è stato raggiunto in questi anni, dal 1996, anno in cui sono iniziati questi nostri seminari di formazione, è un grosso risultato, di cui come AIPD siamo fieri». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Marta Rovagna (ufficiostampaaipd@gmail.com).

Stampa questo articolo