La voce che può ridare la piena autonomia

Una recente e importante evoluzione di “WinGuido”, il programma multifunzione per persone non vedenti, si chiama “WinGuido Vocale”, sistema in costante evoluzione, che è probabilmente uno dei precursori dei futuri programmi per personal computer, con funzioni semplici da utilizzare e nel modo più naturale, vale a dire utilizzando la sola voce umana. Vediamone le caratteristiche in questo nostro approfondimento

Realizzazione grafica dedicata a "WinGuido"Il programma multifunzione per non vedenti WinGuido è stato realizzato nel 1998 dall’ingegnere Guido Ruggeri, insieme all’Associazione campana Guidiamoci [se ne legga già ampiamente anche nel nostro giornale, N.d.R.], come rifacimento di un precedente programma sviluppato dal 1993 per il sistema operativo MS-DOS.
Nato dall’esigenza di rendere il personal computer utilizzabile dalle persone non vedenti e ipovedenti, nonché in generale da persone con disabilità, esso è stato concepito per un semplice utilizzo, avendo come punti cardine l’accessibilità e l’usabilità.
Una recente e importante evoluzione di questo prodotto è l’integrazione di WinGuido con la tecnologia Dragon NaturallySpeaking per comandi e dettatura vocale. È nato così WinGuido Vocale, probabilmente uno dei precursori dei futuri programmi per personal computer, con funzioni semplici da utilizzare e nel modo più naturale, vale a dire con la sola voce umana. L’interazione uomo-macchina mediante tastiere, infatti, per quanto dotate di particolari accorgimenti, rappresenta un ostacolo per il non vedente, addirittura insormontabile nel caso si associno problemi legati a una ridotta mobilità delle mani. Questa difficoltà spesso inibisce l’utilizzo del computer e allontana definitivamente il disabile visivo dall’unico strumento che gli può offrire un alto grado di interazione con il prossimo.
La soluzione, quindi, è stata recentemente individuata nell’impiego di comandi a dettatura vocale, affinché la persona con disabilità possa utilizzare il personal computer con la propria voce, riconosciuta dopo una brevissima calibrazione del microfono quasi “al buio” e in completa autonomia.

WinGuido Vocale è stato progettato appositamente per la gestione dei comandi vocali, ottimizzando al massimo le prestazioni. Esso sostituisce di fatto la normale operatività dei sistemi Windows con una logica più simile al precedente MS-DOS, rispondendo a requisiti di essenzialità, semplicità e, soprattutto, sequenzialità, dove per quest’ultima si intende quella di far compiere all’utente una sola operazione alla volta, a conclusione della quale si passa a quella successiva. Tutto con la sola voce dell’utilizzatore!
«WinGuido – spiega Guido Ruggeri – è un programma alternativo rispetto ai vari programmi di tipo screen reader [letteralmente “lettore dello schermo”, N.d.R.]. Questi ultimi, infatti, hanno lo scopo teorico di consentire agli utenti con disabilità visiva un controllo pressoché completo dell’ambiente operativo di Microsoft Windows e dei programmi in esso funzionanti, utilizzando però complessi comandi da tastiera, derivanti da combinazioni di tasti, difficili da ricordare e da eseguire. Grazie invece a procedure appositamente concepite, WinGuido consente di avere immediatamente a disposizione le funzioni di uso più frequente, quali ad esempio l’archiviazione di dati, indirizzi e numeri di telefono, gli appuntamenti e scadenze, la lettura e l’editing di testi, i calcoli numerici, le operazioni di copia, spostamento e cancellazione di file e directory».

Una particolarità di WinGuido Vocale, a vantaggio degli utenti, è l’aggancio a “servizi” di pubblica utilità reperibili su internet, tra i quali l’elenco telefonico, l’orario ferroviario, la consultazione di libri, le previsioni meteo, Wikipedia, il calendario.
«Quando una delle capacità sensoriali è oggetto di una limitazione, parziale o totale – sottolinea Giulio Moriggi, manager di Nuance Communications Italia, società che è la principale fornitrice mondiale di soluzioni vocali e documentali per i mercati business e consumer e che è partner di Guido Ruggeri nello sviluppo di WinGuido Vocale, tramite i marchi Voisis e Byteway – si cerca di compensare sviluppando maggiormente altre capacità. È il caso della voce, che fornisce un prezioso supporto alle persone con disabilità visive: per mezzo dei comandi vocali è possibile infatti interagire più facilmente con i computer e grazie al software di dettatura completo, si realizzano documenti, si naviga e si chatta senza ricorrere a tastiera e mouse».

Nel dettaglio si può dire che tramite WinGuido sia un’operazione rapida e intuitiva servirsi di funzioni complesse, come ad esempio l’accesso ai testi di Microsoft Word, alle tabelle di Excel e ai database di Access; l’utilizzo facilitato dello scanner e il riconoscimento dei caratteri; l’utilizzo semplificato della funzione masterizzazione e copia dei CD e DVD; la gestione di file e cartelle, con utilizzo anche dei nomi lunghi; la navigazione nei siti internet, e la gestione della posta elettronica; la gestione di skype, con possibilità di effettuare chat, trasferimento di file, chiamate e conferenze; l’accesso semplificato a servizi di pubblica utilità reperibili su internet, come quelli già accennati (elenco telefonico, orario ferroviario, consultazione di libri, previsioni meteo, Wikipedia, calendario); l’ascolto di circa 23.000 radio di tutte le nazionalità; la lettura di ventisei quotidiani a diffusione nazionale italiana, con le relative edizioni locali; lo scambio dei file con i server FTP; l’ascolto di file sonori, quali MP3, oppure di video di YouTube; l’esecuzione di cruciverba e giochi di carte, dama, scacchi, battaglia navale, domino, sfide matematiche (alcuni dei quali possono essere anche effettuati con un’altra persona, collegandosi via internet a mezzo skype); l’agenda informatizzata per appuntamenti e scadenze; la gestione della contabilità domestica; la possibilità di archiviare riservatamente i propri dati sensibili, le password e i numeri segreti; la possibilità di effettuare una composizione musicale strumentale MIDI, metronomo, accordatura strumenti, karaoke e altre utilità riguardanti la musica.

Va ricordato infine che WinGuido Vocale è in costante evoluzione, grazie alla collaborazione tecnica fra Guido Ruggeri e dei due citati partner tecnologici di Nuance, Voisis e Byteway, che con la loro competenza potranno aggiungere ulteriori funzionalità operative.
«A causa della mia menomazione alle mani – è la testimonianza di Luigi Gelmini, persona cieca e con pluriminorazioni per lo scoppio di un ordigno bellico, componente della Direzione Nazionale dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) e responsabile della Commissione Nazionale Anziani a Comandi Vocali di quest’ultima – non ho mai avuto la possibilità di usare direttamente un computer e di apprendere l’informatica per accedervi in autonomia. Fino a pochi mesi fa ero disperato e avevo la necessità di farmi aiutare dai miei collaboratori e familiari per leggere la posta elettronica, scrivere un documento, insomma tutto. Poi, per la prima volta ho provato a usare un computer da solo. All’inizio avevo timore di non riuscire e pensavo di scoraggiarmi, invece WinGuido Vocale mi ha consentito di fare tutto in autonomia: ho potuto leggere da solo la mia posta elettronica, i miei documenti, le circolari della mia Associazione e tanto altro, senza dovere chiedere aiuto ad altre persone. Era questa una cosa che ritenevo impossibile e che mi ha dato una grande gioia, offrendomi la possibilità di scoprire un mondo nuovo. Addirittura sono riuscito a leggere dei quotidiani e ora, ogni giorno, leggo da solo il quotidiano della mia città. In poche parole, questo ausilio mi aiuta ogni giorno ad avere una vita migliore».

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: epappini@sangallimc.it.

Stampa questo articolo