Il Servizio Civile e i provvedimenti per i giovani

O meglio “Il Servizio Civile Nazionale e la sfida dei provvedimenti governativi per i giovani tra acquisizione di competenze e apprendimento (NON apprendistato) del lavoro”, vale a dire il tema del XIV Rapporto CNESC (Conferenza Nazionale Enti per il Servizio Civile), che verrà presentato l’11 dicembre a Roma

Realizzazione grafica della CNESC sulla crisi del Servizio Civile

Un’immagine realizzata dalla CNESC (Conferenza Nazionale Enti Servizio Civile), in occasione di una petizione lanciata a suo tempo, in favore del Servizio Civile

Verrà presentato mercoledì 11 dicembre a Roma (Sala Conferenze di Piazza Montecitorio, 121, ore 10.30-13.30), il XIV Rapporto CNESC (Conferenza Nazionale Enti per il Servizio Civile), sul tema Il Servizio Civile Nazionale e la sfida dei provvedimenti governativi per i giovani tra acquisizione di competenze e apprendimento (NON apprendistato) del lavoro.

Introdotto da Primo Di Blasio, presidente della CNESC, l’incontro prevede poi la partecipazione di Pasquale Pugliese del Movimento Nonviolento (Il percorso fatto e la Campagna 2014).
Da segnalare anche la successiva tavola rotonda introdotta e moderata da Licio Palazzini, vicepresidente della CNESC, cui prenderanno parte Carlo Dell’Aringa, sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Lorena Rambaudi, assessore regionale alle Politiche Sociali della Liguria, Pietro Barbieri, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore, Andrea Ranieri dell’ISFOL (Istituto per lo Sviluppo della Formazione Professionale dei Lavoratori), Giuseppe Failla del Forum Nazionale dei Giovani e Antonio Perdichizzi, presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Catania.
Le conclusioni saranno affidate a Primo Di Blasio ed è attesa anche la partecipazione di Cécile Kyenge, ministra per l’Integrazione. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: paolascarsi@basicterzosettore.it.

Stampa questo articolo