Storie al servizio del bene e dei beni comuni

Opere di fiction, documentari, spot, corti di animazione, realizzati da tanti giovani registi, in collaborazione con Associazioni ed Enti non profit, provenienti da ogni parte d’Italia, ma anche da Francia, Gran Bretagna e Spagna: sono stati ben 225 i partecipanti alla quinta edizione del concorso toscano “Raccorti Sociali. Piccoli film per grandi idee”, vinto dal fiorentino Mattia Francesco Laviosa

Firenze, Cinema Odeon, 8 dicembre 2013

Il palco del Cinema Odeon di Firenze, in occasione della premiazione di “Raccorti Sociali 2013”

È stato il regista fiorentino Mattia Francesco Laviosa, con il cortometraggio Valentine, ad aggiudicarsi la quinta edizione del Festival/Concorso Nazionale Raccorti Sociali. Piccoli film per grandi idee, iniziativa organizzata dal Cesvot (Centro Servizi Volontariato Toscana) e dalla Delegazione di Pisa dell’AIART (Associazione Spettatori), in collaborazione con la Regione Toscana e la Fondazione Sistema Toscana – Mediateca Area Cinema, per promuovere la videonarrazione sociale al servizio del bene e dei beni comuni.

Con il suo lavoro – che attraverso il linguaggio dell’animazione racconta di Valentine e del suo disagio – Laviosa ha vinto anche il premio come miglior colonna sonora, con la musica di Victor Hugo Fumagalli.
Secondo si è classificato invece Malatedda di Diego Monfredini, girato in bianco e nero e incentrato sul tema della depressione, spesso etichettata come follia. Ex aequo, quindi, per il terzo posto, con Come nei filme di Francesco Faralli, ove si racconta l’attività di Daniele che asseconda la propria passione cinefila realizzando lungometraggi che hanno come protagoniste persone con disabilità e Andy l’alieno di Adriano Giotti in cui un diciannovenne, obbligato dai genitori a fare il volontario, si trova a prendersi cura di Andy, un ragazzo con autismo.

Ben 225 sono stati i cortometraggi partecipanti, tutti naturalmente dedicati al sociale e alla solidarietà e tutti della durata di cinque minuti. Opere di fiction, documentari, spot, corti di animazione, realizzati da tanti giovani registi, in collaborazione con Associazioni ed Enti non profit, provenienti da ogni parte d’Italia, ma anche da Francia, Gran Bretagna e Spagna. (S.B.)

Tutti i cortometraggi vincitori si possono visionare nel sito del Cesvot. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: comunicazione@cesvot.it.

Stampa questo articolo