Chiuderà a Milano il 2013 di “Cinema senza Barriere®”

Dopo la proiezione nei giorni scorsi a Roma, arriverà a Milano, il 23 dicembre, il film inglese “A Royal Weekend”, per chiudere il 2013 della rassegna “Cinema senza Barriere®”, iniziativa basata sulla proiezione di pellicole normalmente distribuite in sala, ma dotate di audiocommento e sottotitolazione, per persone con disabilità della vista e dell’udito

Logo della rassegna "Cinema senza Barriere®"

Il logo della rassegna “Cinema senza Barriere®”

Si concluderà a Milano, lunedì 23 dicembre, la stagione 2013 di Cinema senza Barriere®, la rassegna cinematografica accessibile a tutti, ideata dall’AIACE di Milano (Associazione Italiana Amici Cinema d’Essai) e sostenuta negli anni dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
Si tratta, lo ricordiamo, di un servizio culturale continuativo per le persone con disabilità della vista e dell’udito, cui la visione dei film viene resa possibile grazie all’audiocommento e alla sottotitolazione di pellicole normalmente distribuite in sala.
La parte tecnica del progetto è curata dalla Società Raggio Verde di Roma, con la consulenza dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) e dell’ENS di Milano (Ente Nazionale dei Sordi), rispettivamente per il commento audio e per la sottotitolazione.
Mentre a Roma, l’iniziativa si avvale del contributo della Regione Lazio e del patrocinio del Comune di Roma, nel capoluogo lombardo, invece, il sostegno arriva dall’Assessorato alla Cultura e da quello allo Sviluppo Economico, alla Formazione e al Lavoro della Provincia di Milano, attraverso il Piano Emergo.
La serata del 23 dicembre (Sala Alda Merini, Spazio Oberdan della Provincia di Milano, Viale Vittorio Veneto, 2, ore 20) prevede quindi la proiezione del film inglese del 2012 A Royal Weekend, diretto da Roger Michell e che ha per protagonista Bill Murray, commedia che mette in scena il viaggio del 1939 negli Stati Uniti dei reali inglesi, ospiti del presidente Roosevelt e della moglie Eleanor nella loro casa di campagna. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: pressoffice@scrittoio.net.

Stampa questo articolo