È nata l’Associazione Tutti Nessuno Escluso

Si è ufficialmente costituita nei giorni scorsi a Roma, e sarà presieduta da Virginio Massimo, l’Associazione Tutti Nessuno Escluso, che si propone come Coordinamento Nazionale per l’Inclusione Sociale dei Disabili Psichici, e che tenterà di coinvolgere il maggior numero possibile di cittadini e organizzazioni, sviluppando ogni possibile forma di intesa e collaborazione, per raggiungere i propri obiettivi

Due pezzi di un puzzle che vanno a incastrarsiCome avevamo preannunciato nei giorni scorsi, si è ufficialmente costituita il 6 dicembre a Roma l’Associazione Tutti Nessuno Escluso, proponendosi come Coordinamento Nazionale per l’Inclusione Sociale dei Disabili Psichici, nel tentativo di coinvolgere il maggior numero possibile di cittadini e organizzazioni e di sviluppare ogni forma di intesa e collaborazione per raggiungere i propri obiettivi.

L’iniziativa, lo ricordiamo, aveva già vissuto un primo passaggio fondamentale all’inizio di ottobre, con il documento/appello intitolato anch’esso Tutti Nessuno Escluso, che il nostro giornale aveva ripreso integralmente, frutto di un lungo e approfondito lavoro preparatorio, coordinato dal Comitato Genitori Giovani Disabili Psichici, e scaturita al termine di una Pubblica Assemblea a Roma.

Presidente della nuova Associazione sarà Virginio Massimo, vicepresidente Alessandro Paramatti e tesoriere Giuseppe Dominijanni. Da segnalare anche la presenza, tra gli altri consiglieri (Vittorio Tomei, Stefano Natalini, Giampaolo Celani, Enrico Troiani e Marco Chicca), di Dino Barlaam, presidente della FISH Lazio (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap). (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: a.param@inwind.it.

Stampa questo articolo