Buone Feste e arrivederci al 7 gennaio

Dignità, non discriminazione, partecipazione, inclusione, pari opportunità, accessibilità, parità di genere, rispetto dei minori: è con i princìpi generali della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità che vogliamo porgere a tutti i Lettori e le Lettrici gli Auguri di Buone Feste. Le nostre pubblicazioni riprenderanno il 7 gennaio del nuovo anno

Donna in carrozzina fotografata di spalle con le braccia spalancateCosì come nella Costituzione Italiana a fissare il principio fondamentale di uguaglianza tra tutti i cittadini è l’articolo 3 («Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese»), anche nella Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità è l’articolo 3 a stabilire i princìpi generali ed è proprio con questi ultimi e con la foto qui a fianco pubblicata che vogliamo augurare:
Buone Feste a tutti i Lettori.
Torneremo il 7 gennaio, dopo un paio di settimane di pausa, ricordando che in ogni caso sono naturalmente sempre a disposizione di tutti i nostri ampi archivi, divisi per argomento.

Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità
Articolo 3 – Princìpi generali

I prìncipi della presente Convenzione sono:
a) il rispetto per la dignità intrinseca, l’autonomia individuale, compresa la libertà di compiere le proprie scelte, e l’indipendenza delle persone;
b) la non discriminazione;
c) la piena ed effettiva partecipazione e inclusione nella società;
d) il rispetto per la differenza e l’accettazione delle persone con disabilità come parte della diversità umana e dell’umanità stessa;
e) la parità di opportunità;
f) l’accessibilità;
g) la parità tra uomini e donne;
h) il rispetto dello sviluppo delle capacità dei minori con disabilità e il rispetto del diritto dei minori con disabilità a preservare la propria identità.

Stampa questo articolo