Musica e spettacolo per un parco giochi accessibile

Infatti, la serata in programma per il 28 febbraio a Nichelino (Torino), a cura dell’Associazione AltroDomani (NOI, contro le Malattie Neuromuscolari) e del locale Assessorato Comunale alla Cultura e all’Accessibilità, servirà a raccogliere fondi e a sensibilizzare sul Progetto “Un parco giochi per tutti”, che prevede l’acquisto e l’installazione di giochi pubblici utilizzabili anche da ragazzi con disabilità

Parco gioco accessibile

Un parco giochi accessibile anche a un ragazzo in carrozzina

È organizzato dall’Associazione AltroDomani (NOI, contro le Malattie Neuromuscolari) di Nichelino (Torino) e dal locale Assessorato alla Cultura e all’Accessibilità, lo spettacolo di solidarietà del 28 febbraio, intitolato Napoli a Nichelino, finalizzato alla raccolta fondi e alla sensibilizzazione sul tema dell’inclusività per tutti i bambini e ragazzi, occasione propizia per far conoscere ulteriormente il Progetto Un parco giochi per tutti, che prevede l’acquisto e l’installazione di giochi pubblici utilizzabili anche da ragazzi con disabilità.

«Ci siamo resi conto – spiega Francesco Ieva, presidente di AltroDomani -, spesso direttamente attraverso le esperienze dei nostri ragazzi, di quanto possa essere frustrante e traumatico per un bambino con disabilità voler giocare in un parco giochi come fanno tutti. Questo frequentemente a causa di scelte progettuali errate e acquisti sbagliati. Un luogo, quindi, che dovrebbe essere quello della gioia e felicità, per alcuni si trasforma in dispiacere e dolore. Si tratta di un’ingiusta crudeltà, di un problema che vogliamo provare a portare alla luce».
«AltroDomani – prosegue Ieva – ha deciso pertanto di impegnarsi per sensibilizzare l’opinione pubblica e i soggetti interessati su questo tema, coinvolgendo le Amministrazioni Comunali, le aziende interessate, i donatori pubblici e privati, allo scopo di finanziare il progetto e l’acquisto di alcuni giochi accessibili. L’attenzione a tutte le fasce di utenza e l’eliminazione o il ridimensionamento delle barriere deve infatti diventare cultura ovvero parte integrante e orientante nelle scelte delle Amministrazioni a tutti i livelli».
«Questo progetto – dichiara dal canto suo Alessandro Azzolina, assessore alla Cultura e all’Accessibilità del Comune di Nichelino – risponde a un problema che avevo a cuore già da qualche tempo. La nostra città si è dichiarata subito favorevole e disponibile, per cui, nell’àmbito della prossima ristrutturazione di un parco giochi, metteremo a disposizione la porzione di pavimento antitrauma necessaria ad ospitare le attrezzature acquistate da AltroDomani assieme a quanti aderiranno all’iniziativa».

Per quanto riguarda la serata di venerdì 28 febbraio (Teatro Superga di Nichelino, ore 21), essa ruoterà attorno allo spettacolo dell’orchestra torinese Voce e otto, composta da otto noti maestri di musica del panorama torinese, capitanati da Ugo Viola e Domenico Martucci, che terrà un concerto di musica napoletana, rievocando e reinterpretando i classici partenopei che fanno ormai parte del repertorio della tradizione italiana.
La performance sarà preceduta dai ragazzi dell’orchestra dei tamburi Batti e Ribatti, diretta dal maestro Gianluca Fuiano, gruppo costituito da un ensemble di strumenti percussivi suonati dagli allievi della scuola musicale Ars Nova di Nichelino, che eseguiranno alcuni brani dove la ritmica la farà da padrona incontrastata.
E ultimo, ma non ultimo, all’evento ha garantito la propria partecipazione anche l’attrice teatrale e televisiva Margherita Fumero, già impegnata per molti anni in coppia con il comico Enrico Beruschi. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: ufficiostampa@altrodomani.it.

Stampa questo articolo