Special Olympics sta per “colorare“ anche la “RomaOstia“

Tra le migliaia di iscritti alla “RomaOstia” del 2 marzo – la mezza maratona più partecipata d’Italia – chi lo vorrà potrà sostenere le spese di trasferta di Special Olympics Italia – il movimento internazionale dello sport praticato dalle persone con disabilità intellettiva – ai prossimi Giochi Europei di Anversa. Inoltre, la partenza della 5 chilometri della gara romana verrà anche “colorata” da un flashmob, sempre a cura di Special Olympics

Partenza della "RomaOstia 2013"

La partenza della mezza maratona “RomaOstia” del 2013

Si rinnoverà domenica 2 marzo la collaborazione tra Special Olympics Italia – la componente nazionale del movimento mondiale sportivo praticato da persone con disabilità intellettiva – e la RomaOstia, gara di livello internazionale, che è anche la mezza maratona più partecipata d’Italia.
Iscrivendosi infatti alla RomaOstia di quest’anno – esattamente la quarantesima edizione, che ha già battuto ogni record di partecipazione, con 13.500 persone che il 2 marzo ritireranno il pettorale di partenza – si potrà sostenere con un euro Special Olympics e la somma raccolta andrà a supportare la campagna denominata Adotta un Campione, volta quest’anno a coprire le spese di trasferta della squadra che rappresenterà l’Italia ai Giochi Europei Special Olympics di Anversa 2014.
«Nella città belga – spiegano infatti da Special Olympics Italia – più di 2.000 atleti, provenienti da 58 Paesi, si riuniranno dal 9 al 21 settembre prossimi, per partecipare a un’esperienza unica, che regalerà loro la possibilità di portare all’attenzione del grande pubblico i talenti e le capacità delle persone con disabilità intellettiva, contribuendo anche a cambiare gli atteggiamenti e ad abbattere le barriere per una piena inclusione nella società».

A “colorare” infine l’iniziativa sociale della RomaOstia in favore di Special Olympics, quest’anno vi sarà anche un flashmob, che aprirà in bellezza la 5 chilometri. «Lo stesso flashmob – sottolineano ancora da Special Olympics Italia – che organizzammo per la prima volta il 3 dicembre scorso, in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, e che fece ballare più di 10.000 persone in 24 piazze italiane». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: redazione@specialolympics.it, media@specialolympics.it.

Stampa questo articolo