Un buon affare, non una buona azione

È questo il sottotitolo del convegno sul tema “Aziende e inclusione”, in programma per il 5 marzo a Napoli, nell’àmbito della nuova tappa di Diversitalavoro, il progetto che favorisce l’incontro anche delle persone con disabilità con aziende che offrono opportunità di lavoro, e che in questi anni ne ha già aiutato molte a trovare un’occupazione. Successivamente, il 12 e il 13 marzo, Diversitalavoro sarà per la prima volta in Sicilia, a Catania

Giovane uomo in carrozzina al lavoro su una scrivania, mentre parla al telefonoNapoli, fino a mercoledì 5 marzo (Complesso di Monte Sant’Angelo dell’Università Federico II, Via Cinthia, 26) e, per la prima volta in Sicilia, Catania, mercoledì 12 e giovedì 13 marzo: sono le tappe di queste settimane di Diversitalavoro, il progetto nato tra il 2007 e il 2008 – da noi seguito puntualmente in questi anni -, che si propone di favorire l’incontro delle persone con disabilità e di altre “fasce deboli”, con aziende che offrono opportunità di lavoro.
L’iniziativa, lo ricordiamo, è stata promossa dal Dipartimento della Presidenza del Consiglio UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali), insieme al Gruppo People, alla Fondazione Sodalitas e alla Fondazione Adecco per le Pari Opportunità.

In coincidenza, poi, con la due giorni di Napoli, è stato programmato il convegno denominato Aziende e inclusione: un buon affare, non una buona azione, organizzato da Diversitalavoro, presso la medesima sede del Career Forum (ore 10.30-13.30), in collaborazione con il Centro di Ateneo SInAPSI (Servizi di Inclusione Attiva e Partecipata degli Studenti) dell’Università Federico II.
Dopo i saluti di Massimo Marelli, rettore dell’Università Federico II e di Paolo Valerio, direttore del Centro SInAPSi, moderati da Paolo Beretta, coordinatore del Progetto Diversitalavoro, interverranno Fabio Corbisiero, professore aggregato di Sociologia Urbana e Pianificazione Urbana all’Università Federico II e Alessandro Pepino, responsabile della Sezione Tecnologia del del Centro SInAPSi (Telelavoro: istruzioni per l’uso).
Sono poi previste le testimonianze di Javier Monferrer della Community Como en Italy, collaboratore del Centro SInAPSI, Rossana Pasquino, ricercatrice dell’Università Federico II, Raffaele Postiglione, per il Progetto Universi Diversi a Lavoro, promosso anch’esso dal Centro SInAPSI, Roberto Palma, managing engineer di Como en Italy, Salvatore Allocca, libero professionista e Fabio Burzo, addetto nel settore della grande distribuzione.
Le conclusioni dell’incontro, centrate sul Punto di osservazione degli studi organizzativi, saranno tratte da Luigi Maria Sicca, professore di Organizzazione Aziendale e di Organizzazione e Gestione delle Risorse Umane dell’Università Federico II. (S.B.)

Ringraziamo Guido Migliaccio per la segnalazione.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@diversitalavoro.it.

Stampa questo articolo