Valgo anch’io!

Si chiama così il nuovo corso di formazione professionale promosso a Roma dalla Comunità di Sant’Egidio, in àmbito di ristorazione, che prenderà il via il 7 marzo e impegnerà per sette mesi ben quarantasette giovani con disabilità, ispirandosi alla fortunata esperienza della Trattoria de Gli Amici

Roma, Trattoria de Gli Amici

L’ingresso della Trattoria de Gli Amici, nel cuore di Roma, ove lavorano tredici persone con disabilità

«Il lavoro è nella vita di tutti una realtà importante, ma per le persone con disabilità assume una valenza ulteriore, restituisce una dignità negata, è segno di normalità, è voglia di imparare, di fare propri i mezzi e gli strumenti per poter vivere nella società e dare il proprio contributo».
Parte da questi presupposti il nuovo corso di formazione professionale, rivolto a ben quarantasette giovani con disabilità, promosso a Roma dalla Comunità di Sant’Egidio, dopo una serie di positive esperienze analoghe, che hanno già portato all’inserimento lavorativo di numerose persone con disabilità.
L’iniziativa, significativamente denominata Valgo anch’io!, verrà avviata venerdì 7 marzo (Trastevere, Sala Conferenze dell’Istituto San Gallicano, Via San Gallicano, 25) e durerà sette mesi, avvalendosi della collaborazione di Laurenzi Consulting e del sostegno di Birra Peroni.

«Il progetto – spiegano i responsabili di Sant’Egidio – nasce dall’esperienza ormai più che decennale della Trattoria de Gli Amici, situata nel cuore di Trastevere a Roma e gestita da una cooperativa promossa dalla nostra Comunità, che rappresenta una risposta concreta al problema dell’inserimento lavorativo delle persone disabili, in un settore particolare, quello della ristorazione, molto attivo in una città come Roma. Vi lavorano infatti tredici persone disabili, sia in cucina che in sala, dimostrando che la disabilità non è di per sé un ostacolo insormontabile, e che anzi si può trasformare in un’occasione di originalità e competenze. e rappresenta un esempio di “buona pratica” di inserimento lavorativo».
Sono vari, del resto, i corsi di formazione professionale nati in questi anni proprio dall’esperienza della Trattoria de Gli Amici, ciò che ha favorito l’inserimento di altre persone nel mondo della ristorazione romana.

Obiettivo del nuovo corso, dunque, sarà quello di accrescere le capacità, le conoscenze e le abilità professionali e di favorire l’inserimento lavorativo nel settore della ristorazione, in forma stabile o attraverso tirocini formativi.
Le quarantasette persone con disabilità che vi parteciperanno sono state segnalate dai Servizi Territoriali, dalle ASL, dai Municipi Capitolini, dai Centri per l’Impiego e dall’Istituto Alberghiero Vincenzo Gioberti e saranno impegnate su materie quali la Storia e il Diritto del Lavoro, l’Igiene della Persona e dell’Ambiente di Lavoro, l’Igiene degli Alimenti, l’Ergonomia, la Storia della Ristorazione, le varie Tipologie di Ristorazione, i Fondamenti della Cucina, il Mondo del Vino e quello del Caffè. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: com@santegidio.org.

Stampa questo articolo