Il Signore a Rotelle

Si chiama così lo spettacolo-evento che verrà presentato il 18 marzo a Roma e che debutterà il 29 marzo sempre nella Capitale, tratto dal libro “Troppe Scale!” di Attilio Spaccarelli, iniziativa voluta da alcune Associazioni Culturali romane, per chiedere l’abolizione di ogni ostacolo che limiti il normale svolgersi della vita di una persona in carrozzina

Locandina dello spettacolo-evento "Il Signore a Rotelle"Verrà presentato martedì 18 marzo a Roma, nel corso di una conferenza stampa promossa dalle Associazioni capitoline ItinerArte, MEssaggi e Dark&Light (Sala Rosi di Roma Capitale, Dipartimento Politiche Sociali Sussidiarietà e Salute, Viale Manzoni, 16, ore 11), lo spettacolo-evento intitolato Il Signore a Rotelle, tratto dal libro Troppe scale! di Attilio Spaccarelli (A & B 2012).

Il Signore a Rotelle – che debutterà sabato 29 marzo al Teatro Gianelli di Roma – è uno spettacolo-evento quasi interamente autoprodotto, in collaborazione con Fisiomet, ANMIC (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili) e Soroptimist, nato all’interno del più ampio Progetto Spacca.
In esso, in maniera spontanea e volontaria, i professionisti e gli allievi dei corsi di ItinerArte (teatro, fotografia, scrittura creativa e fumetto) si sono impegnati per chiedere l’abolizione di ogni ostacolo che limiti il normale svolgersi della vita di una persona sulla sedia a rotelle.
«Il testo – come spiegano infatti i promotori dell’iniziativa – è tratto dal libro autobiografico Troppe Scale! di Attilio Spaccarelli (figlio dell’attrice Lianella Carell, protagonista di Ladri di biciclette di Vittorio De Sica), che da decenni convive con la sclerosi multipla. Troppe scale, appunto, intese non solo come barriere architettoniche, ma anche, e soprattutto, mentali».
«Valore aggiunto e significativo del progetto – proseguono i responsabili di ItinerArte e MEssaggi – è il fatto che nessuna delle persone coinvolte ha familiarità con la disabilità, ma vestire i panni di Attilio sulla scena ha donato loro una nuova e preziosa consapevolezza. E le storie raccontate, prendendo vita dalla quotidianità nuda e cruda, hanno un taglio ironico e grottesco che è la cifra stilistica dettata dallo stesso autore».
Da segnalare anche, in conclusione, la connotazione multimediale dello spettacolo, grazie ai video, parte integrante della messa in scena, alla musica dal vivo, alla realizzazione di una mostra fotografica a tema (curata da Dark&Light) e alle interviste radio (curate da Radio Poddjo).

Alla conferenza stampa di presentazione del 18 marzo, moderata da Ilaria Rossi dell’Ufficio Stampa di MEssaggi, per Roma Capitale – che patrocina l’iniziativa insieme al Municipio VII e alla Croce Rosse Italiana – interverranno Erica Battaglia, presidente della V Commissione Politiche Sociali, della Sussidiarietà e della Salute e Andrea Angelini del Dipartimento delle Politiche Sociali, della Sussidiarietà e della Salute. Parteciperanno poi Chiara Giansiracusa, assessore al Bilancio, alla Cultura e alle Risorse Umane del Municipio VII di Roma; Alda D’Eusanio, giornalista e conduttrice televisiva; Attilio Spaccarelli, autore di Troppe scale!; l’attore Pino Caruso; le attrici Lisa Colosimo e Stefania Papirio, registe del Signore a Rotelle; Giovanna Repetto, psicologa e scrittrice; Gli Spaccattori, interpreti dello spettacolo-evento al centro dell’iniziativa. (S.B.)

Per ulteriori informazioni: promozione.messaggi@gmail.com.

Stampa questo articolo