Parliamo di figli, parliamo di famiglia

I ragazzi con disabilità devono conquistare la “vittoria” all’interno della famiglia, prima ancora che “sul campo”? E avere una forma di disabilità rende ancora più difficile convincere tutti che la “vittoria” è possibile? A queste e ad altre domande si cercherà di rispondere nella serata del 24 marzo a Carpi (Modena), durante un incontro promosso nell’àmbito della quinta edizione dell’iniziativa “Nati per vincere?”

Famiglia con un bimbo autisticoProsegue il proprio percorso a Carpi (Modena) la quinta edizione di Nati per vincere?, iniziativa nata allo scopo di sensibilizzare sul tema della diversità, partendo dallo specifico àmbito della disabilità, dedicata quest’anno al tema La famiglia allena alla vittoria?.
Si chiama infatti Parliamo di figli, parliamo di famiglia, l’incontro in programma questa sera, lunedì 24 marzo, presso l’Aula Magna delle Scuole Medie Fassi della città emiliana (Via Bollitora, 90, ore 20.45), dove verrà presentata, tra l’altro, l’esperienza di persone uscite dal coma dopo un grave incidente, di famiglie con figli con disabilità dalla nascita, di chi ha dato una svolta alla sua vita grazie alle tecnologie, di chi si è speso per combattere le ingiustizie, di chi è rinato attraverso lo sport e anche di chi sta ancora combattendo per un’autonomia che ancora non arriva.
«I ragazzi – chiedono e si chiedono gli organizzatori dell’incontro – devono conquistare la “vittoria” all’interno della famiglia, prima ancora che “sul campo”? I primi alleati/nemici sono il padre, la madre, gli zii, i fratelli, i nonni? E inoltre, avere una forma di disabilità rende ancora più difficile convincere tutti che la vittoria è possibile? Queste domande, le Associazioni che promuovono Nati per vincere? le vogliono affrontare attraverso testimonianze dirette, insieme a quelle di padri, madri, figli e fratelli, con l’aiuto di alcuni esperti».

A raccontare quindi la loro esperienza saranno Andrea Fabbri, Ottorino Gelmini, Massimo Grassi, Gaia Loprino, Francesca Notardonato, Emanuele Pantaleoni, Giulia Sculli ed Elena Tioli.
Moderati poi dal giornalista RAI Nelson Bova, parteciperanno all’incontro anche Paolo Stagi, direttore del Servizio di Neuropsichiatria dell’ASL di Modena ed Emma Avanzi, responsabile della Neuropsichiatria Infantile dell’ASL di Carpi.

Ricordiamo infine che a promuovere Nati per vincere? sono alcune Associazioni locali (Il Tesoro Nascosto – Associazione Genitori Figli con Disabilità di Carpi; ANMIC Modena – Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili; ASI Carpi – Affrontiamo la Sordità Insieme), in collaborazione con vari Istituti Scolastici, l’Ufficio Disabilità dell’Università di Modena e Reggio Emilia, il Panathlon, il CIP (Comitato Italiano Paralimpico) di Modena e la COOP SCAI di Carpi, oltreché con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi e il patrocinio del Comune carpigiano e dell’Assemblea Legislativa dell’Emilia Romagna. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@iltesoronascosto.org.

Stampa questo articolo