Venite a conoscerci e a fare qualcosa di bello con noi

È questo lo slogan e lo spirito con cui l’ANFFAS di Varese e la Fondazione Renato Piatti apriranno le porte delle proprie sedi, il 28 marzo, in varie località della Provincia lombarda e anche in quella di Milano, per festeggiare al meglio l’“ANFFAS Open Day”, ovvero la “VII Giornata Nazionale della Disabilità Intellettiva e/o Relazionale”. E il 29 marzo partirà anche il cineforum “Un ambiente inclusivo cambia la storia delle persone”

Scena dal film "Lars e una ragazza tutta sua"

Una scena del film americano del 2007 “Lars e una ragazza tutta sua”, che verrà proiettato nell’àmbito del cineforum intitolato “Un ambiente inclusivo cambia la storia delle persone”

Tra i vari eventi previsti in tutta Italia per l’ANFFAS Open Day del 28 marzo, VII Giornata Nazionale della Disabilità Intellettiva e/o Relazionale, di cui il nostro giornale ha già ampiamente riferito nei giorni scorsi, uno spazio particolare lo dedichiamo oggi alle proposte provenienti dalla Sezione di Varese dell’Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale – l’ANFFAS, appunto – e dalla Fondazione Renato Piatti, che per quella giornata apriranno le porte dei servizi presenti nei centri diurni, semiresidenziali e residenziali che la stessa Fondazione Piatti gestisce a Varese (quartieri di Bobbiate, Bregazzana e San Fermo), a Besozzo, Sesto Calende e Busto Arsizio, sempre in provincia di Varese, ma anche a Melegnano (Milano) e nello stesso capoluogo lombardo.

«Vogliamo uscire dall’invisibilità – spiega Paolo Bano, presidente dell’ANFFAS di Varese – dimostrando che possiamo fare qualcosa per il territorio e con il territorio. Ed è per questo che sulla nostra locandina del 28 marzo abbiamo scritto “Venite a conoscerci e a fare qualcosa di bello con noi”, perché siamo fermamente convinti che, se ci mettiamo fianco a fianco, senza distinzioni, possiamo migliorarci a vicenda e migliorare così la nostra società. Anche la “nostra” Fondazione Renato Piatti parteciperà insieme a noi, con fantasia e numerose iniziative, contribuendo a dimostrare che il solco dell’inclusione sociale è ormai tracciato e da lì non si deve tornare indietro».
A proposito poi dei numerosi appuntamenti sopra menzionati, Cesarina Del Vecchio, presidente della Fondazione Renato Piatti, aggiunge: «Grazie alla creatività e all’impegno che contraddistingue ogni sede operativa, ci proponiamo di aprire le porte, di valicare “la soglia”, con iniziative che abbiano per comune denominatore quello di essere “semplicemente vere”. E vogliamo che sia “vera” la condivisione di questi momenti con la realtà che ci circonda: le scuole, le associazioni, i negozi, le comunità parrocchiali, naturali interlocutori del vivere quotidiano. Max Pieriboni, comico della trasmissione televisiva Colorado, e zio di una “nostra” bellissima bambina, sarà presente in alcuni centri allietandoci con la sua simpatia».

Da segnalare infine, sempre nel medesimo àmbito, un altro appuntamento particolarmente interessante, che prenderà il via sabato 29 marzo, vale a dire il cineforum a ingresso libero intitolato Un ambiente inclusivo cambia la storia delle persone, organizzato insieme ad ACLI, Fondazione Istituto La Casa e Legambiente, in un fronte comune realizzato insieme a queste importanti realtà del sociale, per essere più incisivi e soprattutto per portare avanti insieme, grazie a un mezzo stimolante e coinvolgente qual è il cinema, un messaggio di impegno costante nei confronti dell’inclusione.
Nel dettaglio, le quattro località della Provincia di Varese nelle quali verranno proiettati i quattro film del cineforum, saranno Gavirate (29 marzo, Sala Garden, Via IV Novembre, 17, ore 21), con Pulce non c’è (2012) di Giuseppe Bonito, arrivato finalmente in sala a Roma qualche settimana fa, come avevamo segnalato; Azzate (3 aprile, Cinema Castellani, Via Acquadro, 32, ore 21), con Si può fare (2008) di Giulio Manfredonia; Induno Olona (5 aprile, Cinema Parrocchiale, Via Porro, 64, ore 21), con Lars e una ragazza tutta sua (2007) di Craig Gillespie; Cassano Valcuvia (11 aprile, Teatro Comunale, Via IV Novembre, 4, ore 21), con Il ragazzo con la bicicletta (2011) di Jean Pierre e Luc Dardenne. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@anffasvarese.it, fondazionepiatti@shincommunication.com.

Stampa questo articolo