Tanta cultura, un “teatro a cielo aperto” e una mongolfiera

Tutto questo e molto altro ancora è stato il Festival del Volontariato di Lucca, prima tappa del network di eventi italiani del Terzo Settore, denominato “I Cantieri del Bene Comune”, un’intensa quattro giorni che ha visto avvicendarsi il cuore pulsante dell’associazionismo italiano e che ha potuto contare, tra gli altri, anche sulla partecipazione del presidente del Consiglio Matteo Renzi

Edoardo Patriarca, Matteo Renzi e Riccardo Bonacina

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi al Festival del Volontariato di Lucca, tra Edoardo Patriarca, presidente del Centro Nazionale per il Volontariato e Riccardo Bonacina, direttore editoriale di «Vita»

La ricchezza del programma allestito – come avevamo riferito nei giorni scorsi – lo faceva ben prevedere: è stata una quattro giorni intensa, quella del Festival del Volontariato di Lucca, che ha visto avvicendarsi il cuore pulsante dell’associazionismo italiano, supportato dall’alto profilo degli interventi da parte delle Istituzioni e dei numerosi relatori che hanno partecipato agli oltre cento appuntamenti in programma.
Dopo l’apertura, infatti, con il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini, le “energie da liberare” – filo conduttore dell’intera manifestazione – sono state declinate tra gli altri dal presidente della Camera Laura Boldrini – che, nel volontariato, per sua stessa ammissione, dice di avere «sviluppato e fortificato le sue radici professionali» -, dal ministro del lavoro Giuliano Poletti, dal sottosegretario al Welfare Luigi Bobba, dal capo dipartimento della protezione civile Franco Gabrielli, dal sottosegretario alla Giustizia Cosimo Maria Ferri e infine, nella giornata conclusiva, anche dal presidente del consiglio Matteo Renzi, accompagnato in un gremito Auditorium San Francesco da Edoardo Patriarca, presidente del CNV (Centro Nazionale per il Volontariato), organizzatore dell’evento insieme alla Fondazione Volontariato e Partecipazione e dal direttore editoriale del magazine «Vita» Riccardo Bonacina.

E all’esterno quattro giornate di un vero e proprio “teatro a cielo aperto”, animato da un colorato popolo di volontari e componenti di associazioni, all’insegna della musica, del gioco, dello spettacolo e di tante altre belle iniziative.
Letteralmente “al di sopra di tutto”, poi, la mongolfiera negli spalti adiacenti alla piattaforma di San Frediano, che ha consentito ad oltre duecento persone di godere del panorama della mura da una prospettiva inusuale, salendo a bordo del cesto per il volo vincolato. Quest’ultima iniziativa, resa possibile grazie alla collaborazione e al sostegno del Comune di Capannori (Lucca), ha veicolato il messaggio legato ai Cantieri del Bene Comune, il nuovo network di eventi italiani del Terzo Settore, presentato qualche settimana fa, di cui proprio il Festival del Volontariato ha rappresentato la prima tappa. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: ufficiostampa@centrovolontariato.net.

Stampa questo articolo