Festival del Volontariato: numeri ben oltre le aspettative

32.000 presenze in quattro giorni, al Festival del Volontariato di Lucca, ovvero ben 9.000 in più rispetto al 2013. «Il successo di questa manifestazione – commenta Edoardo Patriarca, presidente del Centro Nazionale per il Volontariato, che l’ha organizzata insieme alla Fondazione Volontariato e Partecipazione – dimostra che in Italia c’è ancora spazio per far crescere e diffondere la cultura della solidarietà e dell’impegno civile»

Laura Boldrini al Festival del Volontariato 2014

L’arrivo del presidente della Camera Laura Boldrini al Festival del Volontariato 2014 di Lucca

Oltre 32.000 presenze in quattro giorni, ovvero ben 9.000 in più rispetto all’edizione del 2013. A Lucca, dal 10 al 13 aprile, al Festival del Volontariato organizzato dal CNV (Centro Nazionale per il Volontariato), insieme alla Fondazione Volontariato e Partecipazione, tra ospiti e relatori hanno preso parte ben 650 persone. Gli eventi sono stati 130. E poi, ancora, 16 spettacoli, 40 stand e 43 desk allestiti al Real Collegio (sede centrale della manifestazione), 630 organizzazioni, 20 mezzi di protezione civile in mostra in Piazza del Giglio e 450 volontari in divisa coinvolti in quattro giorni.
Grandi numeri, dunque, che raccontano anche una forte presenza di giovani e sportivi. Sono stati infatti più di 4.000 coloro che hanno partecipato alla Marcia e alla Staffetta della Solidarietà, 80 le associazioni sportive che hanno aderito. Più di 1.000, invece, gli studenti delle scuole medie e superiori che hanno partecipato con impegno alle varie attività. Oltre alle scuole di Lucca, tra l’altro, erano presenti oltre 120 studenti degli istituti toscani, grazie al Campus della Legalità promosso dal Cesvot (Centro Servizi Volontariato Toscana) e dalla Regione Toscana. 15 associazioni, inoltre, e più di 200 giovani hanno avuto un ruolo attivo nella caccia al tesoro organizzata nel centro storico dalla Cooperativa Zefiro in collaborazione con il CNV.

Altre cifre significative: nei quattro giorni dedicati al volontariato sono state distribuite nelle piazze 70 bandiere, 12.000 spille e 5.000 girandole composte dai detenuti del Carcere San Giorgio di Lucca (20 dei quali hanno anche partecipato a un incontro formativo sulla protezione civile).
Grazie poi al sostegno del Comune di Capannori (Lucca), oltre 200 persone sono salite sulla mongolfiera collocata sugli spalti, che di fatto ha contribuito alla promozione della rete I Cantieri del Bene Comune.
Ben 1.600, quindi, sono state le prestazioni offerte gratuitamente ai cittadini nel corso delle Giornate della prevenzione sanitaria, promosse dall’Associazione Don Franco Baroni, dai Lions Club e da molte atre organizzazioni di volontariato e cooperative socio-sanitarie.

«Il successo del Festival del Volontariato 2014 – dichiara Edoardo Patriarca, presidente del CNV – è andato oltre le nostre aspettative. A determinarlo sono state tutte le relazioni e le collaborazioni che abbiamo costruito in questi mesi. Mi piace prima di tutto ricordare le associazioni di volontariato locali che hanno fornito un supporto logistico imprescindibile. Oltre a loro, voglio  ringraziare gli enti e le istituzioni del territorio, che hanno fornito patrocinio e sostegno, e tutti i relatori che sono accorsi a Lucca a dare il loro contributo gratuito di idee nei momenti di confronto. Un grazie, infine, va anche alle forze dell’ordine, la cui collaborazione è stata preziosa».
«La grande attenzione mediatica che questa manifestazione ha ottenuto – aggiunge Patriarca – dimostra che in Italia c’è ancora spazio per far crescere e diffondere la cultura della solidarietà e dell’impegno civile. Anche i momenti di confronto con i rappresentanti delle istituzioni, e cito fra tutti quelli con il presidente del Consiglio Renzi, con la presidente della Camera Boldrini e con i ministri Giannini e Poletti, sono stati utili e concreti, a dimostrazione che il volontariato ha un ruolo fondamentale per il superamento della crisi cui la parte migliore dell’Italia sta lavorando. Sono tutti motivi che ci spingono a continuare ad operare e a mettere in cantiere da subito l’edizione 2015». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: ufficiostampa@centrovolontariato.net.

Stampa questo articolo