Un premio dedicato anche ai giovani con autismo

Vi è infatti anche una sezione espressamente dedicata a loro, all’interno della terza edizione del “Premio Culturale Luigina Parodi”, iniziativa centrata quest’anno sul tema della famiglia e promossa dall’Associazione torinese Erreics, impegnata per la diffusione della cultura di parità e del principio di non discriminazione nel sistema educativo e nel mondo del lavoro

Famiglia di spalle, di ronte a un sole che tramonta

È dedicata al tema della famiglia la terza edizione del “Premio Culturale Luigina Parodi”, promosso dall’Associazione torinese Erreics

È prevista anche una sezione dedicata ai giovani con disturbi dello spettro autistico (patrocinata dall’ANGSA (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici) e dall’Associazione Gruppo Asperger), nel Premio Culturale Luigina Parodi, iniziativa la cui terza edizione è dedicata al tema della famiglia. Come tutti gli altri giovani di Torino e Provincia, infatti, tra i 14 e i 20 anni (studenti e non), essi potranno partecipare fino al 30 settembre, con un disegno, un testo, una costruzione o un’altra espressione artistica, sempre naturalmente sul tema prescelto per quest’anno.

A promuovere l’iniziativa è l’Associazione torinese Erreics, impegnata per la diffusione della cultura di parità e del principio di non discriminazione nel sistema educativo e nel mondo del lavoro.
Luigina Parodi, cui il Premio è dedicato, fu un’appassionata docente, che fino ad età avanzata dedicò la propria esperienza e il proprio entusiasmo alla scuola e alla formazione. Tra le sue più profonde convinzioni vi era l’idea che «formare i giovani aiuta a formare anche gli adulti». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: elviralarizza@libero.it.

Stampa questo articolo