Valutazione diagnostica dell’autismo: un corso in Trentino

Lo si terrà dal 23 al 25 maggio ad Aldeno, a cura della Fondazione Trentina per l’Autismo e di Hogrefe Editore e sarà rivolto a tutti quei professionisti interessati ad apprendere i fondamenti necessari a somministrare efficacemente nella pratica clinica “ADOS 2”, versione più recente di una specifica metodica di valutazione e diagnosi di disturbi dello spettro autistico

Ragazzo alla finestra, fotografato di spalle. Foto in bianco e neroLa Fondazione Trentina per l’Autismo è nata per essere uno strumento utile a favorire la realizzazione di progetti che migliorino la qualità di vita delle persone con autismo di ogni età, sostenendone le famiglie. Dal canto suo, Hogrefe Editore si propone di diventare un importante punto di riferimento per chi in Italia utilizza i test psicologici.
Sono state queste due organizzazioni a promuovere il corso in programma da venerdì 23 a domenica 25 maggio ad Aldeno (Trento) (presso IGF Event’s), denominato La valutazione diagnostica dell’autismo: ADOS-2, ove ADOS sta per Autism Diagnostic Observation Schedule e contraddistingue appunto una specifica metodica di valutazione e diagnosi di disturbi dello spettro autistico.
Oggi ADOS 2 ne costituisce l’aggiornamento più recente e con il corso di Aldeno ci si propone di presentarne le conoscenze di base, per consentirne l’utilizzo nella pratica clinica.

L’iniziativa – che si articolerà come detto su tre giornate, la prima delle quali prevede un ampio spazio di introduzione e presentazione teorica dei vari temi – è destinata dunque a tutti quei professionisti interessati ad apprendere i fondamenti necessari a somministrare correttamente ed efficacemente la metodica al centro dell’iniziativa (neuropsichiatri infantili, psicologi, logopedisti, educatori, psicomotricisti, tecnici della riabilitazione psichiatrica ecc.). (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti:
formazione@fondazionetrentinaautismo.it; info@fondazionetrentinaautismo.it.

Stampa questo articolo