Si assegna lo scudetto del calcio a 5 per ipovedenti

Accadrà il 10 e 11 maggio a Pomigliano d’Arco (Napoli), dove a contendersi il tricolore saranno le squadre di Fano, Pesaro, Torino e la locale NOIVED Napoli, nel corso di una due giorni di sport che tra gli altri obiettivi si propone anche di rendere il territorio dove si disputerà sempre più attento all’inclusione sociale e sportiva delle persone con disabilità

Associazione Sportiva Dilettantistica Non ed IpoVEDenti Napoli (NOIVED)

Una formazione dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Non ed IpoVEDenti Napoli (NOIVED), che parteciperà alla fase finale del campionato di calcio a 5 per ipovedenti

È in programma per sabato 10 e domenica 11 maggio a Pomigliano d’Arco (Napoli) (FCS Stadium, Via Nazionale delle Puglie, 159), la fase finale del campionato di calcio a 5 per ipovedenti, organizzata dall’Associazione Sportiva Dilettantistica Non ed IpoVEDenti Napoli (NOIVED), affiliata alla FISPIC (Federazione Italiana Sport Paralimpici per Ipovedenti e Ciechi).
A contendersi il tricolore saranno l’Associazione Sportiva Dilettantistica Adriatica Fano, l’Associazione Sportiva Dilettantistica Invicta Pesaro 2001, l’Associazione Sportiva Dilettantistica CIT Turin LDE Torino e la stessa Associazione Sportiva Dilettantistica NOIVED Napoli.
Durante la manifestazione, poi, grazie alla collaborazione con l’Associazione Sportiva Dilettantistica Progetto Casalnuovo, verrà anche disputato un torneo di ragazzi, Categoria Pulcini, per far conoscere a tutti il valore dello sport, anche ai sensi dell’integrazione delle persone con disabilità.

La FISPIC si occupa di varie discipline, tra cui ad esempio il calcio per ciechi assoluti e ipovedenti, il torball (calcio con palla sonora), ma anche lo judo e lo showdown, pratiche che vedono impegnate in Italia centinaia di persone con difficoltà visiva, determinate a esplicare intensamente la propria vitalità, gareggiando e provando a raggiungere mete prestigiose. Alcuni di questi sport, tra l’altro, si disputano a livello altissimo e fanno parte del programma stesso delle Paralimpiadi.
«Tra i principali obiettivi della manifestazione del 10 e 11 maggio – sottolinea Rocco De Icco, presidente di NOIVED – vi è quello di fare in modo che, con l’impegno di tutti, il nostro territorio diventi sempre più attento all’inclusione oltre che sociale, anche sportiva dei disabili. Dal canto loro, questi ultimi si impegneranno al massimo, per dimostrare come, nonostante le difficoltà, si possano esibire ottime qualità e raggiungere elevati livelli di gioco. Auspichiamo dunque fortemente che l’iniziativa aiuti ad incrementare la voglia di fare sport tra le persone con disabilità, contribuendo al tempo stesso ad aumentare le opportunità per poterlo praticare. In tal senso abbiamo chiesto proprio a tanti di collaborare, considerando che l’evento dovrà avere un forte valore simbolico anche contro il sistema della camorra».

Da segnalare infine che durante le due giornate di Pomigliano d’Arco, grazie alla collaborazione dell’UICI di Napoli (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), verrà allestita un’Unità Mobile attrezzata con un ambulatorio oftalmico, in cui alcuni medici oculisti volontari visiteranno gratuitamente tutti coloro che lo vorranno, allo scopo di prevenire o diagnosticare precocemente l’insorgere di malattie agli occhi. (S.B.)

Ringraziamo Mario Mirabile per la segnalazione.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: na011@fispic.it; noived@finp.it.

Stampa questo articolo