L’occhio nelle patologie autoimmuni sistemiche

Sarà questo il tema dell’incontro medico-paziente, condotto il 17 maggio a Milano dall’oculista Daniela Galimberti dell’Unità Operativa di Oculistica della Fondazione IRCCS Ca’ Granda dell’Ospedale Maggiore Policlinico, appuntamento curato dal Gruppo LES Italiano (Gruppo Italiano per la Lotta contro il Lupus Eritematoso Sistemico) e dal GILS (Gruppo Italiano per la Lotta alla Sclerodermia)

Primo piano di occhio azzurroÈ promosso dal Gruppo LES Italiano (Gruppo Italiano per la Lotta contro il Lupus Eritematoso Sistemico) e dal GILS (Gruppo Italiano per la Lotta alla Sclerodermia), l’incontro medico-paziente in programma per sabato 17 maggio a Milano (Aula Magna di Dermatologia della Fondazione IRCCS Ca’ Granda, Ospedale Maggiore Policlinico, ore 10-12), sul tema L’occhio nelle patologie autoimmuni sistemiche.
A condurlo sarà l’oculista Daniela Galimberti dell’Unità Operativa di Oculistica della Fondazione IRCCS Ca’ Granda dell’Ospedale Maggiore Policlinico di Milano e l’ingresso sarà gratuito e aperto a tutti coloro che siano interessati all’argomento trattato.

Per quanto riguarda infine le patologie di riferimento delle Associazioni organizzatrici, ricordiamo che il lupus eritematoso sistemico (LES) è una malattia cronica caratterizzata da lesioni infiammatorie che possono colpire qualsiasi tessuto od organo, a causa di una risposta eccessiva e distorta del sistema immunitario, il quale, anziché aggredire gli agenti infettivi esterni, si rivolge invece contro l’organismo stesso.
Per quanto poi riguarda la sclerodermia, si tratta di una grave malattia cronica e progressiva (ben conosciuta anche come sclerosi sistemica) la cui origine non è ancora ben nota, anche se il meccanismo che la causa è certamente di tipo autoimmune, dovuto cioè a un vero e proprio “impazzimento” del sistema immunitario, che attacca i tessuti sani della persona, con conseguenze potenzialmente devastanti. Oltre alla cute, infatti, vengono colpiti organi vitali quali il cuore, i polmoni, i reni e l’intero apparato gastrointestinale. Le lesioni della pelle sono solo l’aspetto esteriore e più evidente della gravità di una patologia che di fatto riguarda dunque tutto l’organismo. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: gils@sclerodermia.net.

Stampa questo articolo