Accessibilità e inclusività: nuovi orizzonti del turismo

Si chiama così il corso che prenderà il via il 22 maggio ad Asti, nell’àmbito del Progetto “Verso una città etica”, iniziativa rivolta soprattutto a persone inoccupate sotto i 35 anni, interessate a maturare competenze specifiche rispetto ai temi dell’accessibilità turistica, per arrivare a progettare e sviluppare itinerari e pacchetti turistici per tutti

Tre persone in carrozzina in vacanza in montagnaPrenderà il via ad Asti il 22 maggio e si protrarrà fino al 31 luglio, il corso denominato Nuovi orizzonti del turismo attraverso l’accessibilità e l’inclusività, rivolto in via prioritaria a persone inoccupate sotto i 35 anni, interessate a maturare competenze specifiche rispetto ai temi dell’accessibilità turistica.

L’iniziativa rientra nell’àmbito del Progetto Verso una Città Etica – di cui il nostro giornale si è già occupato a suo tempovoluto dal Comune di Asti, dal Consorzio Turistico Langhe Monferrato Roero, dall’Associazione Albergo Etico e dalla CPD di Torino (Consulta per le Persone in Difficoltà), allo scopo di «definire le linee guida per la realizzazione di una Città e di un Territorio Etico, ovvero un’area promotrice di una filosofia d’inclusione sociale che rispetti le esigenze e le peculiarità di tutti i fruitori del territorio, ponendo come cardine l’accoglienza turistica».

Durante le lezioni del corso si cercherà di fornire un quadro di riferimento generale sugli aspetti più importanti del turismo accessibile e di fare acquisire ai partecipanti i riferimenti tecnici e operativi per progettare e sviluppare itinerari e pacchetti turistici per tutti. (S.B.)

Ringraziamo Turismabile per la segnalazione.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: versounacittaetica@gmail.com.

Stampa questo articolo