Nuovo welfare, nuova comunità

Quale dovrà essere un nuovo welfare, in grado di rispondere ai nuovi bisogni e fabbisogni delle persone in condizioni di maggiore vulnerabilità? Ne parleranno il 29 maggio nella Capitale, durante un incontro promosso dalla Fondazione Roma Solidale, alcuni rappresentanti istituzionali del Comune di Roma, insieme a vari esponenti di organizzazioni del privato sociale

Folco Cimagalli

Folco Cimagalli, presidente della Fondazione Roma Solidale

È organizzato dalla Fondazione Roma Solidale l’incontro in programma per giovedì 29 maggio nella Capitale (Sala del Carroccio in Campidoglio, ore 10-13), intitolato Dai progetti al sistema generativo. Nuovo welfare, nuova comunità.
«Siamo tutti consapevoli – spiegano i promotori dell’iniziativa – che l’attuale modello di welfare non è più adeguato a rispondere ai nuovi bisogni e fabbisogni delle persone in condizioni di maggiore vulnerabilità. Conosciamo gli attuali limiti dell’impianto, ma non è ancora chiaro verso quale direzione orientare la nostra visione. L’articolazione delle posizioni sembra convergere tuttavia sull’esigenza di dotare il nuovo sistema sociale di programmi e strumenti in grado di avviare e sostenere processi innovativi, capaci di generare nuove opportunità territoriali, consentendo al nuovo welfare di posizionarsi al centro delle politiche nazionali e locali».

Introdotti dunque da Folco Cimagalli, presidente della Fondazione Roma Solidale e moderati da Maurizio Saggion, direttore della stessa, parleranno di tutto ciò gli assessori del Comune di Roma Alessandra Cattoi, Rita Cutini, Paolo Masini e Daniele Ozzimo, insieme a Erica Battaglia, presidente della V Commissione Politiche Sociali di Roma Capitale.
Interloquiranno con loro una serie di rappresentanti di organizzazioni del privato sociale, vale a dire don Franco Monterubbianesi, fondatore della Comunità di Capodarco; Federico Russo, psichiatra, direttore del Centro Diurno Palestro di Roma; Martino Rebonato dell’Associazione Oasi, per la Cabina di Regia come da Legge 285/97; Giacomo Lepri della Cooperativa Co.r.ag.gio.; Valentina Fabbri della Società Cooperativa Sociale Programma integra; Andrea Papitto della Fondazione Italiana Verso il Futuro-AIPD Roma (Associazione Italiana Persone Down); Fausto Giancaterina, consulente dell’Opera Don Calabria; Fabio Pierdominici della Cooperativa Sociale Conto alla Rovescia; Dino Barlaam, presidente della FISH Lazio (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap). (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti:
comunicazione@fondazioneromasolidale.it.

Stampa questo articolo