Ramonda confermato responsabile della Papa Giovanni XXIII

Sarà infatti ancora il cinquantaquattrenne piemontese Giovanni Paolo Ramonda a ricoprire la carica di responsabile generale della Comunità fondata da don Oreste Benzi, organizzazione che in questi ultimi anni ha ampliato le proprie proposte di intervento, sia da un punto di vista quantitativo che qualitativo, in Italia e all’estero

Giovanni Paolo Ramonda

Giovanni Paolo Ramonda è stato confermato responsabile generale della Comunità Papa Giovanni XXIII

Sarà ancora il cinquantaquattrenne psicologo piemontese Giovanni Paolo Ramonda a guidare per altri sei anni la Comunità Papa Giovanni XXIII, fondata da don Oreste Benzi.
Nato a Fossano (Cuneo), Ramonda aveva già assunto ad interim, alla fine del 2007, la responsabilità generale della Comunità, dopo la morte di don Benzi e oggi sottolinea che «in questi sei anni il carisma suscitato da don Oreste non si è affievolito, ma anzi ha trovato nuove espressioni. Abbiamo infatti aperto nuove presenze di condivisione con i poveri in vari Paesi del mondo e dato nuove forme di risposta».
A tal proposito, va ricordato che in questi ultimi anni le strutture di accoglienza della Comunità Papa Giovanni XXIII sono passate da 304 a 346 (446 se si considerano anche quelle attive all’estero e riferendosi solo alle strutture gestite direttamente dall’Associazione). Nuove tipologie di intervento sono poi nate, come le Comunità Educanti con i carcerati, l’Albergo Sociale e il Poliambulatorio gratuito. E quattro sono anche le nuove Capanne di Betlemme, per rispondere alle situazioni di povertà estrema e alle emergenze. A livello infine di presenza nel mondo, si è passati da 25 a 32 Stati, sparsi in tutti i continenti. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: ufficiostampa@apg23.org.

Stampa questo articolo