Storie di opportunità, oltre le barriere

Si chiamerà così il convegno al centro del nuovo appuntamento milanese di Diversitalavoro, progetto che ormai da parecchi anni favorisce l’incontro, tra le altre, anche delle persone con disabilità, con aziende che offrono opportunità di lavoro, e che ne ha già aiutate molte a trovare un’occupazione

Giovane uomo in carrozzina al lavoro, davanti a una scrivaniaÈ in programma per giovedì 5 giugno a Milano (Centro Servizi della Banca Popolare di Milano, Via Massaua, 6), un nuovo appuntamento con Diversitalavoro, progetto nato tra il 2007 e il 2008, e da noi puntualmente seguito in questi anni, che si propone di favorire l’incontro delle persone con disabilità, di quelle di origine straniera e dei transgender (tutti coloro, cioè, che non si identificano nello “stereotipo di genere”, normalmente fissato come “maschile” o “femminile”), con aziende che offrono opportunità di lavoro e che intendono valutarne il possibile inserimento professionale.
«La Banca Popolare di Milano – dichiara Giuseppe Castagna, che ne è consigliere delegato e direttore generale – è molto lieta di ospitare ancora una volta questa iniziativa, che rappresenta una reale opportunità di conoscenza di nuovi giovani talenti. Crediamo infatti fermamente che la valorizzazione delle diversità sia fondamentale per raggiungere gli obiettivi aziendali e per creare valore per tutti i nostri portatori d’interesse».

Sin dall’inizio, del resto, Cerchiamo talenti cui offrire pari opportunità nel mondo del lavoro è stato il motto che ha animato l’iniziativa, promossa dal Dipartimento della Presidenza del Consiglio UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali), insieme al Gruppo People, alla Fondazione Sodalitas e alla Fondazione Adecco per le Pari Opportunità.
Nel solo 2013, per restare ai dati più recenti, hanno partecipato ai tre incontri di Diversitalavoro oltre 1.000 candidati selezionati, che hanno sostenuto presso le 40 aziende presenti più di 16.000 colloqui. In tali occasioni i candidati sono stati soprattutto uomini (53%), iscritti alle categorie protette (85%) e laureati (71%) prevalentemente in discipline economiche (23%). Il 6% di loro, infine, a seguito della partecipazione all’iniziativa, ha ottenuto un impiego (nel 2012 il 4,1%).

A confermare la loro partecipazione a questa edizione di Milano sono state finora le aziende ABB, Allianz, Apple, Arval, Banca Popolare di Milano, BNL Gruppo BNP Paribas, Edison, ENI, Foster Wheeler, Henkel, Hilti, IBM, Intesa San Paolo, Jt International, L’Oréal, LVMH, Mapei, Pirelli, Philip Morris Italia, Prometeia, Roche e Terna e la giornata sarà anche arricchita dal convegno pubblico denominato Storie di opportunità, oltre le barriere (ore 10-11), durante il quale sarà possibile ascoltare le testimonianze di chi – grazie a esperienze come Diversitalavoro – ha trovato la propria strada professionale, vedendo riconosciuto il valore delle proprie competenze, al di là di qualsiasi diversità.
Infine, sarà possibile anche partecipare ad alcuni seminari di approfondimento, dedicati rispettivamente al Lavoro nel settore bancario, all’Educazione finanziaria per tutti e a Come redigere un efficace Curriculum Vitae e come presentarsi a un colloquio di lavoro. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Maddalena Cassuoli (maddalena.cassuoli@sodalitas.it).

Stampa questo articolo