La riscoperta dell’essere Persona

È in programma per il 7 giugno, presso Radio Vaticana, un incontro di sensibilizzazione voluto dalle famiglie dell’AIPD di Roma (Associazione Italiana Persone Down), insieme ad altre realtà associative, per soffermarsi a riflettere sul tema della dimensione spirituale delle persone con disabilità. Titolo del convegno: “Diversi da chi? L’altro come risorsa. L’affermazione della diversità come valore umano”

Papa Francesco insieme a un giovane con sindrome di Down

L’immagine scelta per la locandina del convegno del 7 giugno a Radio Vaticana

Sono state le famiglie dell’AIPD di Roma (Associazione Italiana Persone Down), insieme ad altre realtà associative, a promuovere la giornata di incontro e sensibilizzazione sul tema della dimensione spirituale delle persone con disabilità, intitolata Diversi da chi? L’altro come risorsa. Laffermazione della diversità come valore umano e in programma per sabato 7 giugno (ore 9-14), presso la Sala Marconi della Radio Vaticana (Piazza Pia, 3, Città del Vaticano).

«Abbiamo voluto – dichiarano gli organizzatori dell’iniziativa – soffermarci e riflettere sul concetto di inclusione nei vari contesti sociali. L’inclusione, infatti, non si realizza semplicemente con l’applicazione di una norma, ma presuppone il “vero” riconoscimento del valore della persona, nei e con i suoi limiti, esaltandone l’unicità. In altre parole, crescere, vivere, giocare, studiare, lavorare e pregare insieme a una persona con disabilità intellettiva, riconoscendola con il proprio nome e non per il suo handicap».
«Quella mano che carezza il Papa – aggiungono poi, riferendosi all’immagine scelta per la locandina del convegno, qui sopra pubblicata e raffigurante Papa Francesco insieme a un ragazzo con sindrome di Down – significa anche questo: “Ci sono io, stai tranquillo”. La debolezza che porta dentro una forza infinita, una rivoluzione in un gesto, grazie a un giovane con sindrome di Down e a un Papa che “sta con gli ultimi”. Questa è l’inclusione che ci auspichiamo possa realizzarsi in ogni contesto frequentato dal disabile intellettivo e dalla sua famiglia».

Moderata da Fabio Colagrande di Radio Vaticana e aperta da padre Federico Lombardi, direttore di Radio Vaticana, insieme a Giampaolo Celani, presidente dell’AIPD di Roma e al senatore Luigi Manconi, presidente della Commissione Straordinaria per la Tutela e la Promozione dei Diritti Umani, la giornata prevede poi alcune relazioni che avranno come tema rispettivamente la dignità delle persone con disabilità a partire dalla Convenzione ONU (Vittorio Scelzo della Comunità di Sant’Egidio), i rischi eugenetici insiti in una cultura che nega la dignità della persona (Costanza Galli, dirigente medico) e l’inclusione delle persone con disabilità nelle comunità cristiane, alla luce del magistero di Papa Francesco (Veronica Donatello, responsabile del Settore Catechesi alle Persone Disabili della Conferenza Episcopale Italiana).
Le relazioni termineranno con la presentazione di un progetto di inclusione lavorativa del quale anche il nostro giornale ha già avuto modo di occuparsi (Ruggero Piperno dell’Opera Don Calabria), seguita dalle testimonianze di persone che per vari motivi sono entrate in “comunicazione” con il mondo della disabilità/diversità il cui intervento rappresenterà la dimostrazione di come e quanto vivere, giocare, crescere, lavorare con il cosiddetto “diverso” sia un arricchimento continuo per tutti, una straordinaria e avvincente riscoperta dell’essere Persona. (S.B.)

È disponibile il programma completo dell’incontro. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@aipd-roma.it.

Stampa questo articolo