Una bandiera nello spazio, per osare e per i diritti

Sono piloti con disabilità e compongono una pattuglia acrobatica che vola su aerei ultraleggeri con comandi adattati. Il 14 giugno, a Cremona, consegneranno una loro bandiera all’astronauta Samantha Cristoforetti, che tra qualche mese la porterà nello spazio. «Per rivolgersi da lì alle persone con disabilità – dicono dal WeFly! Team – e dir loro che i limiti non esistono». Per dire a tutti – aggiungiamo – che è ora di far rispettare i diritti dei cosiddetti cittadini “deboli”!

WeFly! Team (© Marco Tricarico)

I componenti del WeFly! Team, che il 14 giugno consgeneranno una bandiera creata per l’occasione all’astronauta Samantha Cristoforetti (© Marco Tricarico)

Sarà un momento quanto mai significativo quello che il 14 giugno all’Aero Club di Cremona (ore 11), vedrà la pattuglia acrobatica dell’Associazione Sportiva Dilettantistica WeFly! Team di San Donà di Piave (Venezia) – quasi certamente l’unica pattuglia acrobatica al mondo composta da piloti con disabilità che volano su aerei ultraleggeri con comandi modificati – consegnare una bandiera realizzata per l’occasione all’astronauta Samantha Cristoforetti, astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA), che nel prossimo mese di novembre la porterà con sé, per la seconda missione di lunga durata dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), denominata Futura.
Nome dell’iniziativa, organizzata in collaborazione con l’ASI, l’Aeronautica Militare e l’ESA, è WeFly! Con Futura… Osa volare, ad esplicitare ulteriormente il senso della stessa, che è quello di «lanciare dallo Spazio – come spiegano i promotori – un messaggio dedicato alle persone con disabilità di tutto il mondo, sottolineando che non ci sono limiti per chi vuole davvero guardare al futuro e realizzare i propri desideri». E anche un bel messaggio, aggiungiamo da parte nostra, a tutte le persone senza disabilità, perché finalmente prevalga il rispetto dei diritti e delle pari opportunità dei cittadini cosiddetti “deboli”, termine che mai come in questo caso sembra tanto inappropriato, parlando dei componenti di WeFly! Team.
Questi ultimi, tra l’altro, dopo la cerimonia pubblica saranno protagonisti di un’esibizione da par loro. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Pino Di Feo (pipin@hoptmail.it); Alessandro Paleri (info@weflyteam.com).

Stampa questo articolo