Sedici anni a fianco delle persone con autismo

Mostrare, con la massima trasparenza, il grande lavoro svolto in sedici anni di attività, gli esiti raggiunti e le proposte per il domani: è questo l’obiettivo dell’“Open Day” promosso oggi, 16 giugno, a Pordenone dalla Fondazione Bambini e Autismo, che per l’occasione apre le porte dei suoi Centri (Diagnostico-Riabilitativo, Lavorativo e Residenziale) a tutti gli interessati, oltreché, naturalmente, ai tanti collaboratori

Bimbo che legge un libro seduto in un ponteGrandi festeggiamenti oggi, 16 giugno, a Pordenone, per i sedici anni di attività della Fondazione Bambini e Autismo, che per l’occasione promuove un vero e proprio Open Day, aprendo cioè le porte dei suoi Centri (Centro Diagnostico-Riabilitativo di Via Vespucci, 8/a; Centro Lavorativo Officina dell’Arte di Via Molinari,41; Centro Residenziale di Villa Le Rogge, Via Roggiuzzole, 7/a) a tutti gli interessati al lavoro condotto dall’organizzazione e a chi in questi anni ha collaborato con la stessa.
«L’intento – spiegano da Bambini e Autismo -, non è autocelebrativo, ma parte dalla volontà di esporre e soprattutto “far vedere” quello che è stato fatto negli anni e quali siano i progetti per il futuro. La volontà, insomma, è quella di mostrare, con la massima trasparenza, il grande lavoro svolto fino ad oggi, gli esiti raggiunti e le proposte per il domani».

«L’autismo – aggiungono i rappresentanti della Fondazione pordenonese – è molto più frequente di quanto un tempo si credeva e necessita di risposte specifiche e altamente specialistiche, ma organizzazioni come la nostra non sono molte, purtroppo, nel panorama italiano. Noi abbiamo sempre scelto di innovare e sperimentare, cercando di migliorare la vita alle molte persone con autismo e alle loro famiglie che afferiscono ai nostri servizi. Tuttavia, come da principio statutaro, abbiamo anche il fine di creare modelli di presa in carico che possano essere ripresi da organizzazioni pubbliche e private in altre parti del Paese, a favore di una platea di persone molto più grande di quella che con le nostre sole forze possiamo raggiungere».

Alle varie iniziative in programma a Pordenone per la giornata di oggi, è prevista anche la partecipazione di rappresentanti istituzionali, tra cui quella di Sergio Bolzonello, vicepresidente della Regione Friuli Venezia Giulia. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: relazioni esterne@bambinieautismo.org.

Stampa questo articolo