Angelo Andretta nuovo direttore del Centro Protesi INAIL

Arriva a Vigorso di Budrio (Bologna), dopo un’esperienza di alcuni anni alla guida delle Unità Territoriali INAIL di Piacenza, Parma e Bologna, il nuovo direttore del Centro Protesi INAIL, la nota struttura di eccellenza internazionale nella realizzazione di protesi e presìdi ortopedici

Angelo Andretta

Angelo Andretta, nuovo direttore del Centro Protesi INAIL

Cambio al vertice per il Centro Protesi INAIL di Vigorso di Budrio (Bologna), struttura di eccellenza internazionale nella realizzazione di protesi e presìdi ortopedici. Il nuovo direttore, infatti, che succede a Enrico Lanzone, è Angelo Andretta, quarantenne leccese che arriva a Budrio dopo un’esperienza di alcuni anni come dirigente delle Unità Territoriali INAIL di Piacenza, Parma e Bologna.
Articolato in un’officina ortopedica con reparti specializzati per tipologia protesi/presidio e in un’area di ricerca e sperimentazione che vanta importanti collaborazioni con partner scientifici altamente qualificati, il Centro occupa complessivamente 302 operatori. Esso dispone inoltre di due piani di degenza con 90 posti letto e di due reparti di riabilitazione per l’addestramento degli arti inferiori e degli arti superiori, oltre a un servizio di supporto psicosociale e agli uffici amministrativi.
Sono 23.000 le prestazioni fornite ogni anno a circa 11.000 pazienti, tra infortunati sul lavoro (85%), assistiti dall’INAIL, invalidi civili, assistiti dal Servizio Sanitario Nazionale e privati. Essi provengono da tutta Italia e, in piccola parte, anche da Paesi sia europei che extraeuropei Dal 2013, inoltre, il Centro è accreditato presso la Regione Emilia Romagna per attività di riabilitazione in regime di ricovero non ospedaliero e funzioni ambulatoriali.
«È con grande entusiasmo che inizio il mio incarico – ha dichiarato Andretta -, ma anche con la consapevolezza dell’importanza che questo Centro ha per le tante persone con disabilità che vi si rivolgono ogni anno e alle quali dobbiamo dare risposte concrete». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Ufficio Stampa Centro Protesi INAIL (Simona Amadesi), s.amadesi@inail.it.

Stampa questo articolo