Lombardia: scongiurare i tagli al Fondo Sociale Regionale

Quest’anno, infatti, a fronte dei 70 milioni di euro stanziati nel 2013, i Comuni della Lombardia ne riceveranno solo 58, per organizzare le risposte ai bisogni sociali. Lo denuncia il Forum del Terzo Settore Lombardia, che sollecita l’assunzione, da parte dei Consiglieri Regionali di tutte le forze politiche, dell’impegno a reintegrare tali risorse

Mano che taglia delle banconote di euro con una forbice«Nonostante gli appelli già lanciati in occasione dell’approvazione della prima stesura del Bilancio Regionale 2014 – denuncia in un comunicato il Forum del Terzo Settore Lombardia -, la Commissione Sanità del Consiglio Regionale ha confermato i tagli al Fondo Sociale Regionale. A fronte infatti dei 70 milioni di euro stanziati nel 2013, i Comuni ne riceveranno quest’anno dalla Regione solo 58 milioni, per organizzare le risposte ai bisogni sociali. Non molti anni fa, va ricordato, la dotazione di questo Fondo era pari a 100 milioni di euro».

«Il Fondo Sociale Regionale – viene spiegato ancora dal Forum lombardo – è il contributo regionale alla spesa sociale dei Comuni, che concorre in maniera determinante alla presa in carico di una domanda sociale che altrimenti non troverebbe risposta alcuna. In questo particolare frangente storico, ci saremmo aspettati che la Regione si impegnasse per riportare questa voce di investimento al livello dei primi anni 2000 e invece il taglio effettuato è un segnale brutto e pericoloso, brutto, perché accredita l’impressione che nel programma sociale della Giunta Regionale l’associazione di welfare e politiche di investimento fosse un mero artificio retorico, pericoloso perché gran parte dei Comuni lombardi con i bilanci ormai all’osso per questa ulteriore riduzione di risorse, si troveranno a dover tagliare o quanto meno ridurre alcuni interventi».

«È del resto provato – concludono i rappresentanti del Forum – che un allentamento delle risposte alle esigenze sociali si trasforma in un aumento della domanda di prestazioni sanitarie. Il costo economico, e non solo quello sociale, sarà quindi molto più alto del misero risparmio per le casse regionali. Anche per questo motivo chiediamo e sollecitiamo l’assunzione, da parte dei Consiglieri Regionali di tutte le forze politiche, dell’impegno a reintegrare le risorse dedicate al Fondo Sociale Regionale». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: lombardia@forumterzosettore.it.

Stampa questo articolo