Una canzone (e un flashmob) contro le barriere

È in programma per il 19 luglio a Padova l’evento che concluderà il bel progetto denominato “Io non riesco a passare”, condotto da un gruppo di studenti del Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione dell’Università di Padova, iniziativa centrata sui disagi legati alle barriere architettoniche e finalizzata a far sì che la cittadinanza «guardi con altri occhi la propria realtà»

Immagine tratta dal video realizzato a Padova, nell'àmbito del Progetto "Io non riesco a passare"

Un’immagine tratta dal video realizzato a Padova, nell’àmbito del Progetto “Io non riesco a passare”

Ben volentieri segnaliamo oggi un’iniziativa che avrà luogo a Padova, il 19 luglio e che costituirà l’evento conclusivo del bel progetto denominato Io non riesco a passare, di cui ci siamo ampiamente occupati qualche settimana fa, condotto da un gruppo di studenti dell’Università di Padova, sotto la guida di Alessio Vieno, ricercatore del Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione, iniziativa finalizzata a far sì che i cittadini padovani «guardino con altri occhi la loro realtà».

«Questo progetto – avevano spiegato i promotori – è nato allo scopo di rendere visibile ciò che ai più non risulta tale. Le barriere architettoniche, quegli ostacoli invisibili per chi può camminare con le proprie gambe, sono ogni giorno un limite invalicabile per chi invece è costretto a vivere su una sedia a rotelle. Ma la fruizione dei luoghi pubblici non può essere oggetto di discriminazione e una città come Padova, spesso teatro di accesi dibattiti sull’integrazione, mossi dalla coesistenza sul territorio di gruppi molto eterogenei, non può trascurare la “categoria disabili”».

L’appuntamento, dunque, è per sabato 19 luglio, come detto, nel centro storico di Padova (Piazza della Frutta, ore 18), con FlashSong – Una canzone contro le barriere architettoniche, un flashmob dove, in jeans, maglietta bianca e con una spirale dipinta sulle mani “per riconoscersi”, i partecipanti porteranno il proprio contributo, per cercare di «far cambiare prospettiva» alla cittadinanza. (S.B.)

È disponibile in YouTube un video spot del flashmob in programma il 19 luglio a Padova.

Stampa questo articolo