I trimarani accessibili che veleggeranno sul Garda

Sarà infatti dal 24 al 27 luglio a Castelletto di Brenzone, sulla costa veronese del Lago di Garda, con il trimarano “Emozioni” dell’Associazione Eos La Vela per Tutti, la prossima tappa dei “Sailing Campus – Gioco del Lotto 2014”, scuola itinerante di vela nata da un’idea di Andrea Stella, con la sua Associazione Lo Spirito di Stella, e rivolta a persone con disabilità e non, tutti insieme a vivere l’esperienza della vela in un ambiente accessibile e inclusivo

Partecipanti al "Sailing Campus" di Duino (Trieste), luglio 2014

I partecipanti al “Sailing Campus” di Duino (Trieste), svoltosi all’inizio di luglio

Sta per arrivare a Castelletto di Brenzone (Verona), località situata sulla costa veronese del Lago di Garda, una nuova tappa del Progetto Sailing Campus – Il Gioco del Lotto, nato quattro anni fa da un’idea di Andrea Stella, con la sua Associazione Lo Spirito di Stella, e consistente sostanzialmente in una scuola vela itinerante, della durata di quattro giorni, rivolta a persone con disabilità e non, tutti insieme a vivere l’esperienza della vela in un ambiente accessibile e inclusivo, a bordo delle imbarcazioni australiane della gamma Hansa (della Upsail) e dei trimarani messi a disposizione dall’Associazione Eos La Vela per Tutti.

È infatti proprio grazie alla collaborazione di quest’ultima e del Circolo Nautico di Brenzone, che sarà possibile, dal 24 al 27 luglio, la tappa sul Garda, anche perché, dopo qualche anno di inattività, il rapporto tra Eos e il Circolo si sta sviluppando – grazie anche al supporto del Paterazzo, altra Associazione velica scaligera – con un aumento costante del numero di utenti, facendo sì che l’attività sia tra le più importanti della zona.
E protagonista del Campus di Castelletto sarà, come detto, il trimarano Emozioni, costruito su un progetto di Eos e studiato per rispondere a criteri di accessibilità, sicurezza e prestazioni, dal momento che la particolare forma degli scafi e l’utilizzo di tecnologie e materiali avanzati lo rendono facilmente manovrabile e capace di velocità entusiasmanti. La velatura, inolte, è facilmente riducibile e tutte le manovre sono semplificate e a disposizione del timoniere nella posizione di seduta arretrata e centrale, per consentire a tutti, indipendentemente dalle loro condizioni fisiche, di condurre il natante.

Dopo quindi le giornate di Gargnano (Brescia), Umago in Croazia e Duino (Trieste), anche a Castelletto di Brenzone le quattro giornate in programma comprenderanno lezioni teoriche e pratiche in acqua, tenute da istruttori professionisti.
I Sailing Campus, va sempre ricordato, si avvalgono del pieno sostegno di Lottomatica e del Gioco del Lotto – come ben si evince dal nome stesso dell’iniziativa – oltreché dell’appoggio della Lega Navale Italiana, della Marina Militare Italiana e della FIV (Federazione Italiana Vela), con la quale prosegue tra l’altro la collaborazione per “formare i formatori federali” a rapportarsi con le persone con disabilità.
Non resta infine che segnalare gli appuntamenti successivi, ovvero dal 4 al 7 settembre al Lago di Caldonazzo (Trento), con la Cooperativa Arché; dall’11 al 14 settembre alla Spezia, con l’Associazione La Nave di Carta e dal 18 al 21 settembre a Savona, con la locale Lega Navale. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@lospiritodistella.it.

Stampa questo articolo