Livorno: al lavoro su quel peschereccio

È il peschereccio nella Darsena Vecchia della città toscana dove nel luglio scorso è stato inaugurato il Risto Ca’ Moro Social Bateau e che darà lavoro, come camerieri e barman, ad alcuni giovani con sindrome di Down della Cooperativa Sociale di tipo B Parco del Mulino, nell’àmbito di un progetto attuato in collaborazione con l’AIPD di Livorno (Associazione Italiana Persone Down) e con la locale Cooperativa Itinera

Staff del Risto Ca' Moro Social Bateau

Lo staff del Risto Ca’ Moro Social Bateau, inaugurato in luglio a Livorno

«La distanza più vicina fra il gusto e il sentimento»: è bella la definizione usata per presentare il Risto Ca’ Moro Social Bateau, locale inaugurato nel luglio scorso e situato in un peschereccio ancorato all’interno della Darsena Vecchia di Livorno (donato da una ONLUS emiliana), ove trovano lavoro alcuni giovani con sindrome di Down della Cooperativa Sociale di tipo B Parco del Mulino, progetto attuato in collaborazione con l’AIPD di Livorno (Associazione Italiana Persone Down) e con la locale Cooperativa Itinera.
Paolo, Valentina Giorgio e David, questi i nomi dei giovani con sindrome di Down che saranno impegnati come camerieri e barman in questo “ristorante sulle onde”, situato a due passi dalla Fortezza Vecchia e dal Monumento ai Quattro Mori della città toscana.
Un’iniziativa, quindi, sicuramente degna di nota, pur presentando il locale qualche problema di barriere alle persone con disabilità fisica, che ci si augura verrà anchesso prossimamente risolto. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: ristocamoro@gmail.com.

 

Stampa questo articolo