Per raccontare la sclerosi multipla

Nato da un’idea dell’AISM di Savona e istituito dalla Casa Editrice Agapantos, si chiama “SempliceMente… Io e lei” il primo concorso di scrittura per racconti inediti sul tema della sclerosi multipla, aperto – per questa sua edizione d’esordio – ai residenti in Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta. Il termine d’iscrizione è stato fissato per il 30 settembre

Penna d'oca, carta e calamaioNato da un’idea dell’AISM di Savona (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), è stato istituito dalla Casa Editrice Agapantos il primo concorso di scrittura per racconti inediti sul tema della sclerosi multipla, denominato SempliceMente… Io e lei, e riservato, in questa sua edizione d’esordio, ai residenti (maggiorenni) in Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta, ma che presumibilmente verrà esteso, dall’anno prossimo, anche ad altre Regioni.
Rivolta a chi, direttamente o indirettamente, sia venuto in contatto con la sclerosi multipla, l’iniziativa – come si può leggere nel regolamento – è aperta a testi che dovranno raccontare «il rapporto e la convivenza tra la persona con sclerosi multipla, i suoi cari e la malattia; la sua cura, le speranze nella ricerca. Ai concorrenti (pazienti, familiari, amici) è data la possibilità di raccontare esperienze di vita che assumeranno una importante valenza sul piano dell’informazione e della condivisione».
La partecipazione è gratuita e il termine per presentare i racconti è quello del 30 settembre prossimo. (S.B.)

Ringraziamo per la segnalazione la CPD (Consulta per le Persone in Difficoltà) di Torino.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: stampa@agapantos.it, aismsavona@aism.it.

Stampa questo articolo