Terzo Settore: il percorso della riforma

«La riforma del Terzo Settore sarà completata entro l’anno. C’è una larga condivisione, ma non mancano i problemi». «Essa chiede al Terzo Settore il coraggio e la capacità di ascoltare in profondità, per comprendere i bisogni nuovi e le speranze presenti anche in tempo di crisi». Lo dichiarano il sottosegretario Bobba e il deputato Patriarca, nel nuovo numero speciale della rivista «Volontariato Oggi», dedicato principalmente proprio alla riforma del Terzo Settore

Edoardo Patriarca e Matteo Renzi, Festival del Volontariato di Luvcca, 13 aprile 2014

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi, insieme a Edoardo Patriarca, deputato e presidente del Centro Nazionale per il Volontariato, durante il Festival del Volontariato di Lucca del mese di aprile scorso

«Rispetto alla riforma del Terzo Settore non è possibile prevedere alcun passo indietro. Essa chiede al Terzo Settore il coraggio e la capacità di “re-imparare” ad ascoltare in profondità, per comprendere i bisogni nuovi e le attese di speranza che vivono anche in questo tempo di crisi». «La riforma sarà completata entro l’anno. C’è una larga condivisione, ma non mancano i problemi. Le risorse destinate al 5 per mille e al Servizio Civile si troveranno nella Legge di Stabilità. Le norme civilistiche, quelle che regoleranno le materie di settore e il riordino della fiscalità richiederanno senz’altro più tempo. È necessario un lavoro di affinamento».
Lo dichiarano rispettivamente Edoardo Patriarca, deputato e presidente di CNV (Centro Nazionale per il Volontariato) e IID (Istituto Italiano della Donazione) e Luigi Bobba, sottosegretario alle Politiche Sociali, nel nuovo numero speciale della rivista «Volontariato Oggi», interamente dedicata a questo tema, con l’illustrazione anche, punto per punto, del Disegno di Legge Delega per la riforma e un ulteriore commento di Stefano Tabò, presidente del CSVnet (Coordinamento Nazionale dei Centri di Servizio per il Volontariato).

«Si tratta di una pubblicazione – aggiungono poi dal CNV – nata anche per ringraziare i 32.000 partecipanti al Festival del Volontariato di Lucca dell’aprile scorso, da noi organizzato insieme alla Fondazione Volontariato e Partecipazione (FVP). E lo facciamo sia con un pezzo di bilancio che con una galleria fotografica della manifestazione, che ha tra l’altro già in calendario la sua prossima edizione, prevista dal 16 al 19 aprile 2015».
Da ricordare, infine, che nel medesimo numero di «Volontariato Oggi» – il quale nelle prossime settimane sarà disponibile anche on line, nel sito della testata – viene dato spazio anche a dossier di approfondimento sui principali risultati della rilevazione dell’FVP sulle organizzazioni di volontariato in Italia, oltreché a un servizio che illustra ampiamente i dati più importanti della misurazione del valore economico del lavoro volontariato che l’ISTAT, il CSVnet e la stessa FVP hanno realizzato e che sono contenuti nel report intitolato Attività gratuite a beneficio di altri, diffuso alla fine di luglio. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: ufficiostampa@centrovolontariato.net.

Stampa questo articolo