Autismo e disabilità intellettive: comunicare per costruire

“Comunicare, Cambiare, Costruire. Dalla ricerca scientifica alla pratica clinica: il meglio per aggiornarsi, capire e intervenire”: questo il tema del nono Convegno Nazionale sulla Qualità della Vita per le disabilità, promosso per l’8 e 9 settembre a Milano dalla Fondazione Istituto Ospedaliero di Sospiro (Cremona) e rivolto ai vari professionisti dell’autismo e in generale delle disabilità intellettive

Immagine scelta per illustrare la locandina del convegno di Milano dell'8 e 9 settembre

L’immagine scelta per illustrare la locandina del convegno che si terrà a Milano l’8 e 9 settembre

Giunto alla sua nona edizione, il Convegno Nazionale sulla Qualità della Vita per le disabilità promosso dalla Fondazione Istituto Ospedaliero di Sospiro – che ha sede nell’omonima città in provincia di Cremona – si rivolgerà tradizionalmente ai professionisti dell’autismo e in generale delle disabilità intellettive (medici, psicologi, educatori, insegnanti, assistenti sociali), e si intitolerà Comunicare, Cambiare, Costruire. Dalla ricerca scientifica alla pratica clinica: il meglio per aggiornarsi, capire e intervenire.
L’evento, in programma per lunedì 8 e martedì 9 settembre a Milano (Aula Magna dell’Università Cattolica), sarà dedicato al tema della comunicazione, come abilità, processo e valore. Tre le sessioni plenarie previste, nove i workshop tematici di approfondimento tematico e trentasei le relazioni in totale, oltre a due percorsi workshop pre e post convegno, per la formazione specialistica.
Ospiti speciali, infine, provenienti dall’estero, saranno Mark Durand, docente di Psicologia presso l’Università statunitense del Sud Florida di St. Petersburg, studioso riconosciuto a livello internazionale come una delle voci più autorevoli nell’area dei disturbi dello spettro autistico e Karola Dillenburger, docente di Analisi del Comportamento ed Educazione alla Queen’s University di Belfast (Irlanda), coautrice del rivoluzionario programma denominato “Simple-Steps”.

«Con la consueta filosofia – spiegano i promotori della due giorni, che si avvarranno anche della collaborazione della SINPIA (Società Italiana di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza) – il convegno dell’8 e 9 settembre coniugherà contributi provenienti dal mondo scientifico con il pragmatismo di chi interviene nella quotidianità, rivolgendosi ai servizi, alle famiglie alla scuola. Il panorama offerto includerà anche percorsi di formazione specialistica, nell’ottica della condivisione e del confronto tra le varie professionalità e figure educative che lavorano quotidianamente con persone che presentano disturbi dello spettro autistico e disabilità intellettive più in generale». (S.B.)

Ringraziamo per la segnalazione la testata «TriesteAbile».

È disponibile il programma completo del convegno. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: fondazione@fondazionesospiro.it.

Stampa questo articolo