Assistenti familiari e persone con disabilità

Per la prima volta, nel corso di un convegno nazionale in programma il 15 settembre a Roma, il mondo della disabilità incontrerà quello del lavoro domestico, per far sì che anche a livello di Contratto Nazionale vengano prese in considerazione le esigenze delle persone con disabilità e delle loro famiglie, che sempre più si avvalgono dell’operato di assistenti familiari, le cosiddette “badanti”

Donna spinge un'altra donna in carrozzina«Com’è ben noto – scrivono i responsabili dell’AVI di Roma (Agenzia per la Vita Indipendente) – molte famiglie si avvalgono dell’assistenza attraverso le cosiddette “badanti”, tant’è che anche i dati dell’INPS mostrano come tale tipo di lavoro abbia ormai soppiantato la vecchia figura della “colf”. Pertanto riteniamo sia certamente necessario approfondire alcuni aspetti importanti del Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro Domestico, che non tengono conto di simili esigenze».
Nasce da questa precisa esigenza l’idea di un convegno nazionale che per la prima volta metta appunto in luce da una parte le esigenze delle persone con disabilità e delle loro famiglie, dall’altra quelle legate al Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro Domestico. E quell’incontro – voluto dall’AVI di Roma, insieme alla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) -, ci sarà effettivamente lunedì 15 settembre a Roma (Sala della Protomoteca, Piazza del Campidoglio, 55, ore 14), grazie alla collaborazione del Sindacato DOMINA (Associazione Nazionale Famiglie Datori di Lavoro Domestico), che all’interno di un momento di confronto con le famiglie e le associazioni dei lavoratori, incentrato anche sulla formazione e la sicurezza sul luogo di lavoro, dedicherà un’intera parte della giornata al tema La famiglia con persone disabili – Aree di miglioramento e sviluppo del CCNL.

«Partendo dal confronto della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, con la Convenzione del 2001 dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO), sul Lavoro Dignitoso per le Lavoratrici e i Lavoratori Domestici, e passando poi per le esigenze nella gestione quotidiana e il ruolo dei servizi territoriali per il lavoro e l’assistenza sociale, intendiamo realizzare – sottolineano ancora i promotori dell’iniziativa – un utile confronto con tutti i Sindacati firmatari del Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro Domestico, affinché vengano prese in considerazione le esigenze delle persone con disabilità e delle loro famiglie. Si tratta di una vera e propria “scommessa” per la quale auspichiamo in una forte presenza delle organizzazioni di persone con disabilità e delle famiglie».

Aperti dai saluti istituzionali di Bonaventurina Fringuelli, presidente onorario di DOMINA, Erica Battaglia, Rita Cutini e Daniele Ozzimo, che a Roma Capitale sono rispettivamente presidente della Commissione Politiche Sociali e Assessori alle Politiche Sociali e a quelle del Lavoro, i lavori del convegno verranno introdotti da Lorenzo Gasparrini, segretario generale di DOMINA.
Successivamente è in programma la prima parte della giornata, sul tema sopracitato (La famiglia con persone disabili – Aree di miglioramento e sviluppo del CCNL), moderata da Massimo De Luca, avvocato e con la partecipazione di Vincenzo Falabella, presidente nazionale della FISH, Pietro Barbieri, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore, Ivana Veronese, segretario nazionale dell’UILTuCS (Unione Italiana Lavoratori Turismo, Commercio e Servizi) e Giuliana Mesina, segretario nazionale di FILCAMS (Federazione Italiana Lavoratori Commercio Turismo e Servizi) CGIL.
La parte conclusiva verterà invece su La formazione e la sicurezza – Risorsa per il lavoratore e la famiglia (Programmazione Europea 2014-2020) e sarà moderata da Anna Sciò di Fedcercasalinghe, potendo poi contare sulla presenza di Laura Besozzi Pogliano, presidente di EBINCOLF (Ente Biletarle per i Dipendenti del Settore Domestico), Roberta Bortolucci, presidente del Centro Studi Progetto Donna e Diversity Mangemente, Dino Barlaam, presidente della FISH Lazio, Rita Visini e Lucia Valente, assessori rispettivamente alle Politiche Sociali e al Lavoro della Regione Lazio, Rosetta Raso, segretario organizzativo della FISASCAT (Federazione Italiana Sindacati Addetti Servizi Commerciali Affini Turismo) CISL, Federica Rossi Gasparrini, presidente di Obiettivo Famiglia/Federcasalinghe e Rita De Blasis, segretario generale di FEDERCOLF. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: agvitaindipendente@libero.it, segreteria@colfdomina.it.

Stampa questo articolo