Uno strumento prezioso per l’Umberto I di Roma

Si tratta di un’apparecchiatura MOC (Mineralometria Ossea Computerizzata), necessaria al Policlinico Umberto I di Roma, per la diagnosi e il controllo delle ossa dei bimbi affetti da osteogenesi imperfetta e da altre osteodistrofie congenite. Per agevolarne l’acquisto, una raccolta fondi organizzata dall’ASITOI (Associazione Italiana Osteogenesi Imperfetta) e dall’Associazione Il Sogno di Federica verrà promossa a Roma, durante un evento del 12 settembre

Due bimbi americani affetti da osteogenesi imperfetta

Due bimbi americani affetti da osteogenesi imperfetta

Organizzato dall’ASITOI (Associazione Italiana Osteogenesi Imperfetta), in collaborazione con l’Associazione Il Sogno di Federica, l’Happy Hour con N.O.I. – Una MOC per l’Umberto I, in programma per venerdì 12 settembre (ore 18) a Roma (Centro Sportivo Mondofitness, Viale di Tor di Quinto, 55/57), accoglierà tanti amici della solidarietà, con musica, sfilate di bellezza e altre sorprese, per raccogliere fondi a favore del progetto denominato Una MOC per i bambini del Policlinico, iniziativa cui hanno già aderito alcuni noti personaggi dello sport e dello spettacolo, offrendo oggetti autografati e memorabilia che saranno messi all’asta durante la serata.
I fondi raccolti, come detto, contribuiranno ad acquistare un’apparecchiatura MOC (Mineralometria Ossea Computerizzata) per il Reparto di Pediatria del Policlinico Umberto I di Roma, prezioso strumento per la diagnosi e il controllo delle ossa dei bimbi affetti da osteogenesi imperfetta e da altre osteodistrofie congenite.

L’osteogenesi imperfetta è una patologia rara, che colpisce uno su 10.000 nati, causando fragilità ossea e fratture spontanee per urti anche minimi, portando quindi a forme di disabilità motorie anche gravi. L’ASITOI sostiene da circa trent’anni la ricerca medica su questa patologia e da quasi dieci anni ha trovato nel Policlinico Umberto I di Roma un centro attento alle esigenze dei pazienti.
Dal canto suo, l’Associazione Il sogno di Federica è nata nel 2009, per il desiderio di alcuni pazienti e genitori di pazienti di fornire un supporto al centro di diagnosi e cura delle osteodistrofie congenite del Policlinico Umberto I, rispondendo alle esigenze del Presidio Regionale, situato nel Policlinico stesso.
L’acquisto di un’apparecchiatura MOC è indispensabile per il Reparto di Pediatria, visto che, attualmente, i bimbi affetti da osteodistrofie congenite, in cura al Policlinico, sono costretti a raggiungere con grande difficoltà la MOC del Reparto di Radiologia, affrontando un percorso all’aperto anche con l’ingessatura agli arti ed esponendosi così al rischio di ulteriori traumi. (Marco Penna)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: marco.penna78@gmail.com.

Stampa questo articolo