Le malattie neuromuscolari in età evolutiva

Sarà questo il tema del convegno in programma per il 20 settembre a Martina Franca (Taranto), a cura della UILDM locale (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), durante il quale verranno proposti una serie di aggiornamenti sulla diagnostica, i trattamenti, il rischio anestesiologico, le prospettive riabilitative e di assistenza domiciliare, spaziando sui vari aspetti riguardanti appunto le distrofie e le altre malattie neuromuscolari in età evolutiva

Bimbo affetto da distrofia di Duchenne, con la madre

Un bimbo affetto da distrofia muscolare di Duchenne, con la madre

Aggiornamenti in tema di malattie neuromuscolari in età evolutiva: è questo il titolo del convegno a respiro nazionale che si terrà sabato 20 settembre a Martina Franca (Taranto), presso l’Auditorium Comunale intitolato a Valerio Cappelli, compianto presidente della UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) di Martina Franca-Brindisi dal 1994 al 2003, anno della sua scomparsa, quando gli successe il padre Franco, tuttora in carica.
L’appuntamento medico-scientifico – organizzato dalla stessa UILDM locale, in occasione del ventennale dalla propria nascita – gode del patrocinio del Comune di Martina Franca, dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Taranto, del Centro Clinico NEMO (NeuroMuscular Omnicentre) di Fondazione Serena di Milano e del Consiglio Regionale e dell’Assessorato alle Politiche Socio-Sanitarie della Puglia.

Dopo i saluti delle autorità locali e gli interventi del citato Franco Cappelli, di Alberto Fontana, presidente della Fondazione Serena e già presidente nazionale della UILDM dal 2004 al 2013 e di Donato Pentassuglia, assessore alla Sanità e al Welfare della Regione Puglia, l’incontrò si aprirà con una prima sessione di lavoro sul tema Nuovi approcci nella diagnostica e nel trattamento delle patologie neuromuscolari, durante il quale, moderati dalla genetista Tina Cafiero, interverranno Luisa Politano (Napoli) e Filippo Maria Santorelli (Pisa), rispettivamente presidente e vicepresidente della Commissione Medico-Scientifica Nazionale UILDM.
La seconda sessione, invece, moderata da Matteo De Luca, dirigente responsabile del Polo Riabilitativo Martina Franca-Crispiano, sarà incentrata sul Rischio anestesiologico nelle patologie neuromuscolari, con interventi di Vincenzo Tegazzin e Carlo Trevisan, entrambi dell’Università di Padova e da molti anni consulenti scientifici della UILDM.
Infine, la terza e ultima sessione di lavoro, durante la quale verranno approfondite le Nuove prospettive riabilitative e di assistenza domiciliare, attraverso le relazioni di altri componenti della Commissione Medico-Scientifica Nazionale UILDM, quali Nadia Cellotto (Milano), Paolo Banfi (Milano) e Giancarlo Garuti (Reggio Emilia). A moderare questa parte conclusiva della gornata saranno la fisiatra Comasia Ricci, l’ortopedico Bruno Ianes Aladar e lo pneumologo Giuseppe Valerio. (C.N. e S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Michele Carrieri (michele.carrieri0@alice.it).

Stampa questo articolo