- Superando.it - http://www.superando.it -

Un pilota con disabilità su una moto iridata

Emiliano Malagoli e Genesio Bevilacqua

Il pilota amputato Emiliano Malagoli, insieme a Genesio Bevilacqua. team manager della Ducati Alrthea Racing

Il 22 settembre prossimo l’Associazione Di.Di.-Diversamente Disabili – la nota ONLUS composta da piloti artolesi o portatori di protesi, della quale il nostro giornale segue ormai da quasi due anni le grandi sfide – taglierà un nuovo, ennesimo traguardo, quando il toscano Emiliano Malagoli, amputato alla gamba destra, nonché presidente della stessa Di.Di., sarà il primo pilota con disabilità al mondo a provare in circuito una moto iridata.
Il team della Superbike Althea Racing, infatti, diretto da Genesio Bevilacqua, ha deciso di mettere a disposizione di Malagoli la Ducati 1098R vincitrice del Campionato Mondiale Superstock 1000 nel 2011, con Davide Giugliano. Il pilota amputato guiderà appunto la potente bicilindrica di Borgo Panigale sul tracciato romano di Vallelunga lunedì 22 settembre (ore 13.30).
«Da quando ci siamo costituiti come Associazione – sottolinea Malagoli – è trascorso poco più di un anno e mezzo, ma abbiamo infranto moltissime barriere. Stiamo partecipando con i nostri piloti a un campionato insieme ai normodotati, abbiamo organizzato le prime gare al mondo riservate ai piloti con disabilità, e ora è arrivata anche questa notizia, autentico attestato di stima da parte di un team manager di livello mondiale come Genesio Bevilacqua, che ringrazio per aver deciso di mettere nelle mie mani la moto che gli ha consentito di conseguire il titolo mondiale nel 2011. E un grazie va anche al circuito di Vallelunga, che sostiene sempre le nostre iniziative, a partire dal Di.Di. Day, e che in questa occasione mi riserverà la pista in esclusiva per poter scatenare tutti i cavalli della Ducati Althea». (F.L.G.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: ufficio stampa@diversamentedisabili.it (Fiammetta La Guidara).