Gravina in Puglia e il turismo accessibile

Un convegno a Gravina in Puglia (Bari), patrocinato anche dalla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), per parlare di turismo, e in particolare di “turismo per tutti”, insieme ad amministratori del territorio e operatori del settore. L’incontro, organizzato dal CABA Gravina (Comitato Abolizione Barriere Architettoniche), è in programma per il 26 settembre

Gravina in Puglia (Bari)

Un’immagine di Gravina in Puglia (Bari)

«Siamo solo una voce per farsi sentire nella collettività, per rivendicare appieno il nostro ruolo di cittadini, chiedendo il rispetto dei diritti e dei doveri di ciascuno, per dare alle famiglie ogni utile informazione sulle situazioni critiche in fatto di mobilità e accessibilità, per raccogliere e analizzare tutte le normative nazionali e regionali in materia di disabilità, per svolgere, infine, una funzione di stimolo, denunciando le illegalità. Così accessibile significherà aperto, disponibile, usufruibile, agibile per tutti».
Si presenta così il CABA Gravina (Anche noi… liberi di muoverci!), ove l’acronimo CABA sta per Comitato Abolizione Barriere Architettoniche, che per venerdì 26 settembre (Sala Convegni della Fondazione Ettore Pomarici Santomasi, Via Museo, 20, Gravina in Puglia, ore 18), ha promosso nella città del Barese il convegno denominato Gravina: città d’arte! È possibile parlare di turismo accessibile?, iniziativa che si avvale, tra gli altri, anche del patrocinio della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap).

«Questo convegno – spiegano gli organizzatori – vuole essere un momento di riflessione, per amministratori del territorio e operatori del settore, in merito alle esperienze e alle azioni di un “turismo per tutti”, messe in atto negli ultimi anni in Puglia, in Italia e in Europa. In particolare l’obiettivo è quello di tracciare linee guida e strategie comuni e condivise, sul futuro del turismo, con specifico riferimento al turismo accessibile locale».
Introdotto da Urbano Lazzari, presidente del CABA Gravina e moderato da Vincenzo Varvara di Murgiatime Gravina, l’incontro – dopo il saluto di Alesio Valente, sindaco della città ospitante – prevede gli interventi di Mario Burdi, presidente della Fondazione Ettore Pomarici Santomasi; Cesare Veronico, presidente del Parco Nazionale Alta Murgia; Dino Angelaccio, docente dell’Università di Siena; Andrea Abrescia, presidente dell’Associazione di Promozione Sociale PugliAccessibile; Nicola Marzano, presidente di SIDiMa Puglia (Società Italiana Disability Manager); Marcello Stefani, presidente della FISH Puglia; Francesco Santomasi e Sergio Varvara, assessori del Comune di Gravina, rispettivamente ai Lavori Pubblici e al Turismo. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: caba.gravina@libero.it.

Stampa questo articolo