A Fossano c’è un corso di lettura inclusiva

È rivolta a bibliotecari e insegnanti l’interessante iniziativa promossa dalla Biblioteca Civica della città in provincia di Cuneo, consistente in una giornata di aggiornamento sui libri accessibili, ovvero quei volumi che, grazie ad adeguati accorgimenti tecnici e alla compresenza nella stessa pagina di più codici espressivi (tradizionale, tattile, iconico), facilitano per molti lettori con disabilità l’accesso a nuove conoscenze ed esperienze

Particolare di persona con disabilità che legge un libroLa Biblioteca Civica di Fossano (Cuneo), in occasione dell’iniziativa denominata La CAA va in città (ove CAA sta per Comunicazione Aumentativa e Alternativa), proporrà per sabato 27 settembre (Castello degli Acaia, Piazza Castello) una giornata di aggiornamento sui libri accessibili, ovvero quei libri che, grazie ad adeguati accorgimenti tecnici e alla compresenza nella stessa pagina di più codici espressivi (tradizionale, tattile, iconico), facilitano per molti lettori con disabilità l’accesso a nuove conoscenze ed esperienze.
Si tratta per altro di libri non esclusivamente rivolti a lettori con esigenze speciali: essi, infatti, sono sostanzialmente adatti a qualunque bambino e permettono di allargare a tutti l’accesso a un patrimonio culturale condiviso e a un territorio comune, quello dell’immaginazione, in cui incontrare la dimensione del piacere, del gioco e della creatività, indipendentemente dai limiti eventualmente imposti da una patologia.

Il corso – rivolto in particolare a bibliotecari e insegnanti – prevede due sezioni, la prima delle quali teorica, durante la quale verrà proposta un’introduzione alle esigenze dei giovani lettori e alle diverse tipologie di libri accessibili (libri tattili; libri in Lingua Italiana dei Segni; libri in simboli; libri con marcatori visivi; libri ad alta leggibilità; libri senza parole; libri digitali; audiolibri), evidenziando le peculiarità e le potenzialità di ciascuna tipologia in ottica inclusiva. «A partire da volumi particolarmente significativi – spiegano in tal senso i promotori dell’iniziativa – intendiamo fornire ai partecipanti gli strumenti necessari per valutare la qualità delle risorse editoriali accessibili disponibili sul mercato, oltre a presentare strumenti utili per professionisti del settore bibliotecario e per insegnanti, come i cataloghi online dedicati ai libri accessibili per l’infanzia».
Nel pomeriggio, poi, all’insegna di un taglio esperienziale, verranno approfondite, all’interno di un workshop, le tematiche trattate nella prima parte, offrendo materiali e spunti di lavoro utili a progettare attività di promozione della lettura inclusiva nelle diverse sedi bibliotecarie». (CPD Torino)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: lucia.brusa@biblioteche.reteunitaria.piemonte.it.

Stampa questo articolo