La persona con deficit visivo e disabilità aggiuntive

Un seminario – quello promosso per il 4 ottobre a Milano dall’UICI Lombardia (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) – voluto per offrire alle famiglie che vivono e affrontano al proprio interno le problematiche di una disabilità multipla in età infantile e adolescenziale, un’occasione di formazione e di confronto, fornendo al tempo stesso, agli operatori della riabilitazione, un’opportunità di verifica delle strategie attuate

Nicola Stilla

Il presidente dell’UICI della Lombardia Nicola Stilla

Il Consiglio Regionale Lombardo dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), su proposta della Commissione Regionale per le Pluridisabilità dell’UICI stessa, ha organizzato per sabato 4 ottobre a Milano (Salone Umberto Trani del Consiglio Regionale Lombardo UICI, Via Mozart, 16, ore 9), il seminario regionale intitolato La persona con deficit visivo e disabilità aggiuntive: possibili percorsi di crescita.

L’iniziativa è il frutto dell’esperienza vissuta giorno per giorno dall’Associazione organizzatrice, attuando ogni sforzo per dare un concreto supporto sia agli stessi soggetti affetti da pluridisabilità, sia alle loro famiglie, che costituiscono per questi ultimi il sostegno più importante nelle varie fasi di crescita. Il tutto all’interno di un’azione ad ampio raggio, che vede il Consiglio Regionale Lombardo dell’UICI in prima linea nell’offrire quanto più possibile momenti di formazione per gli operatori della riabilitazione che agiscono sul territorio, e di confronto per le famiglie.
Oltre al seminario del 4 ottobre, infatti, ne è un altro esempio quello che si svolgerà a Verona l’11 ottobre, dal titolo La persona con disabilità visive e minorazioni aggiuntive nel suo territorio.

Tornando all’imminente appuntamento di Milano, esso si proporrà come un momento di carattere eminentemente esperienziale, per offrire alle famiglie che quotidianamente vivono e affrontano al proprio interno le problematiche di una disabilità multipla in età infantile e adolescenziale, un’occasione di formazione e di confronto, fornendo al tempo stesso, ai singoli Coordinatori Provinciali, un’opportunità di verifica delle strategie attuate nel supportare la persona con pluridisabilità nelle specifiche situazioni e nelle diverse fasi della sua vita.
In particolare, il discorso si snoderà lungo le varie tappe che caratterizzano il percorso di crescita della persona: dall’inserimento prescolastico e scolastico, modulato in rapporto alle capacità e alle esigenze dei singoli alunni, arrivando in qualche caso alla scuola superiore e a un periodo più o meno lungo di post-scuola, volta a volta imperniato su una, se pur minima, esperienza di formazione professionale o sul semplice proseguimento e rafforzamento delle terapie di riabilitazione fisica e sensoriale, centrate su un adeguato percorso di riconoscimento tattile, da svolgersi in un ambiente socializzante e ricco di stimoli.

Introdotto da Nicola Stilla, presidente dell’UICI Lombardia e presentato da Angela Mazzetti, referente regionale per la citata Commissione Pluriminorati, il seminario prevede poi gli interventi di Paolo Colli dell’UICI (Dal riconoscimento all’accettazione); Simona Roca, coordinatrice del Servizio di Intervento Precoce dell’IRIFOR (Istituto per la Formazione, la Ricerca e la Riabilitazione) della Lombardia (0-6 anni. L’età del nido e della scuola materna. L’esperienza dell’IRIFOR di Regione Lombardia nell’intervento precoce); Giancarlo Abba dell’Istituto dei Ciechi di Milano (L’assolvimento dell’obbligo scolastico e l’integrazione nei corsi di formazione professionale: quali percorsi ed esperienze in atto); Paola Brignoli, coordinatrice di Every Service ONLUS (Il post-scuola: una preziosa esperienza di supporto e di attività riabilitativa: il C.C.D. l’Angelo Custode di Predore); Elena Brunelli, coordinatrice della Cooperativa Sociale Luce e Lavoro dell’UICI di Verona (Il post-scuola: la Cooperativa Luce e lavoro dell’UICI di Verona). (M.P.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Massimiliano Penna (addettostampa@uicilombardia.org).

Stampa questo articolo